Granfondo Roma, positiva Lucia Asero

Si solleva l'ennesimo caso di doping. Ancora l'epo, positiva la vincitrice nel percorso medio

mercoledì 31 ottobre 2012

    ROMA - Giorni cruciali per la Granfondo di Roma. Sscadranno oggi, a mezzanotte, i termini per la pre-iscrizione della prossima edizione mentre si solleva l'ennesimo caso di doping. Ancora l'epo, il prodotto dopante più noto, più vecchio e per conseguenza oggi più rintracciabile. Positiva Lucia Asero, 40 anni, architetto, siciliana di Giarre e tesserata per il Gs Città di Misterbianco. è la vincitrice nel percorso medio (con sette minuti di vantaggio sulla seconda, la laziale Maria Adele Tuia) della prima Granfondo di Roma. Il fatto è clamoroso, perché bisogna essere quanto meno ingenui se ci si presenta a rischio nella Granfondo organizzata dal procuratore anti-doping della federazione ciclistica, l'avvocato Gianluca Santilli. La notizia nasce sul profilo Twitter del portale Cycling Pro e Lucia Asero, in risposta a un commento, sostiene: "Non ho da pentirmi di niente, prima di parlare ho cosa dire a chi mi chiamerà...finitela di puntare il dito se non sapete...". Aspettiamo le controanalisi.

    2013 - Da domani, iscriversi costerà 75 euro: 2000 posti sono riservati agli stranieri. Chi puà, quindi, si affretti: fino a stasera costerà 50 euro. L'organizzazione si è subito rimessa al lavoro per migliorare quei particolari che la prima edizione ha evidenziato: nel percorso lungo mancava un ristoro mentre nel ritrovo di partenza e arrivo si sono rivelate insufficienti le scorte di acqua minerale e il numero dei bagni chimici.

    Nando Aruffo
    Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
    Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

    Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

    Adv