Il Boca è campione. Angelici presidente

I "bosteros" hanno conquistato il Torneo di Apertura in Argentina. Il nuovo numero uno del Cabj ha ottenuto oltre il 54% dei voti dei 24.524 soci alle urne

lunedì 05 dicembre 2011

ROMA - Il Boca Juniors ha vinto il Torneo di Apertura argentino e ha un nuovo presidente: Daniel Angelici.

“FIESTA AZUL Y ORO” - Battendo 3-0 il Banfield (doppietta di Cvitanic e gol di Rivero) il Boca allenato da Julio César Falcioni ha conquistato matematicamente il titolo nazionale quando mancano due giornate alla fine del Torneo di Apertura 2011-2012. La vittoria è stata festeggiata con una maglia speciale con il numero 51, ossia il numero dei titoli ottenuti dal Cabj nella sua storia: 18 internazionali, 24 nazionali tra i professionisti, 6 nell’epoca amatoriale del calcio argentino, 3 Coppe e titoli ufficiali.

24.524 VOTANTI: ANGELICI PRESIDENTE – I dati finali ancora non sono stati comunicati, ma il sito ufficiale del Boca Juniores ha annunciato che Daniel Angelici, 47 anni, è il nuovo presidente del Cabj avendo ottenuto il 54,82% dei voti. Lo sconfitto è Jorge Amor Ameal, patron uscente. Altissimo il numero dei soci che si sono recati ai seggi. Si attendevano poco più di diecimila persone e alla fine si sono conteggiati 24.524 votanti. Nei nostri servizi sul sito del Corriere dello Sport-Stadio del 3 e 4 dicembre (“Il Boca vede il titolo e vota il presidente” e “Boca: pronta la festa. River, che botta!”) avevamo annunciato ai lettori che entrambi i candidati avevano organizzato numerose “truppe cammellate” a sostegno. Il Boca conta circa sessantamila soci. Daniel Angelici è sponsorizzato da Mauricio Macri, ex presidente del Boca e attuale Governatore di Buenos Aires, mentre Ameal è stato spalleggiato, a questo punto occorre dire senza successo, da Cristina Elisabet Fernández de Kirchner, presidente della Repubblica Argentina.

GIOCHI D’AZZARDO – Chi è Daniel Angelici? Imprenditore presente nel campo dei giochi d’azzardo.Possiede sale bingo, casinò, Gambling TV ed è presente nel mondo della ristorazione nonché delle corse dei cavalli avendo una fornita scuderia. Il suo programma? Riportare il Boca non solo ai vertici del calcio argentino ma del mondo come negli anni d’oro della presidenza di Mauricio Macri, detto “el tano” (l’italiano), essendo figlio di Franco Macri che emigrato in Argentina nel 1949 ha costruito un impero economico.

IL BOCA IN ITALIA: MOLTI SIMPATIZZANTI A GENOVA E NAPOLI - Soddisfazione per il titolo conquistato dai “bosteros” anche in Italia. Le città con il maggior numero di simpatizzanti del Boca sono Genova e Napoli. Nel capoluogo ligure per un fatto storico essendo tra i fondatori del Boca molti Xeneizes (Genovesi), nella città partenopea, invece, la simpatia pro-Boca è legata a Diego Armando Maradona, tifoso azul y oro nonché il più grande calciatore di tutti i tempi ad aver indossato la maglia del Napoli.

Biagio Angrisani
Scrivi un commento
Per poter inserire un commento/articolo devi eseguire il login


 


 
Se non sei ancora registrato clicca quì: REGISTRATI
 
in edicola
Vai alla prima pagina

Adv