Inter, ora spuntano Kuzmanovic e Holtby

I nerazzurri pescano in Germania. Il nome nuovo è il giovane trequartista che gioca nello Schalke 04. Sono entrambi a scadenza di contratto

venerdì 14 dicembre 2012

MILANO - Dai colpi grossi come Lewandovski e Fernando, ai giovani talenti, come Ferreyra, Peruzzi e Cirigliano, insomma il mercato nerazzurro ha e avrà diverse sfaccettature. Non ultima quella riservata ai giocatori con il contratto in scadenza a giugno. Ebbene, da tempo della lista interista fa parte Kuzmanovic dello Stoccarda, ma ora si è aggiunto pure Lewis Holtby dello Schalke 04. Entrambi saranno liberi a fine stagione, ma potrebbero già firmare con un nuovo club a febbraio. A meno che non rinnovino, oppure non anticipino il loro addio a gennaio. In tutti i casi, insomma, rappresentano una ghiotta occasione, ma non soltanto per corso Vittorio Emanuele, visto che sulle tracce di tutti e 2 c'è pure l'Arsenal.

IN ASCESA
- Come anticipato, Holtby è il nome nuovo. Si tratta di un trequartista di 22 anni, di padre inglese e madre tedesca. Ed è con la Germania che ha scelto di giocare: dopo aver fatto la trafila di tutte le rappresentative giovani (20 presenze e 12 gol con l'Under 21), ha debuttato anche nella nazionale maggiore. In tutto 3 presenze, l'ultima delle quali proprio lo scorso 14 novembre contro l'Olanda. Lo Schalke 04 ha prelevato Holtby dall'Alemannia Aachen nell'estate 2009, quando non aveva ancora compiuto 19 anni. Dopo 6 mesi viene girato in prestito al Bochum, dove segna il suo primo gol in Bundesliga (contro il Borussia Dortmund) e dove rimane, però, solo mezza stagione, causa retrocessione. Allora riparte dal Mainz, squadra nella quale si prendere definitivamente la scena: 32 presenze totali, condite da 3 gol e soprattutto da 10 assist, che diventano la sua specialità. E' anche la stagione del suo debutto nella nazionale maggiore, così a fine anno rientra alla base allo Schalke 04 e in quasi 18 mesi mette assieme 64 presenze (comprese coppe europee e nazionali), 12 gol e 13 assist. In più, dimostra tutta la sua duttilità, arretrando il suo raggio d'azione come centrocampista centrale e allargandolo da esterno sinistro.

Tutti gli approfondimenti sul Corriere dello Sport-Stadio di oggi in edicola


Pietro Guadagno

Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

in edicola
Vai alla prima pagina

Adv