Lazio, adesso è fatta: preso Felipe Anderson

Accordo con il Santos e il fondo inglese per 10 milioni: ora le firme. Il talento brasiliano sbarcherà a Roma in estate con Perea l’attaccante della Colombia Under 20

lunedì 11 febbraio 2013

ROMA - Un colpo in risposta alle critiche: è fatta per Felipe Anderson. Un colpo saltato a fine gennaio, rinviato a luglio, chiuso nei giorni scorsi, come da promessa. Lotito ha messo sul piatto dieci milioni di euro per la stella del Santos, ha alzato l’offerta e ha fatto centro. C’era l’accordo col club brasiliano, la Lazio l’ha trovato anche col fondo inglese che deteneva il 30% dei diritti economici del giocatore: il 31 gennaio s’era messo di traverso e aveva bloccato l’affare. L’intesa va solo formalizzata, mancano le firme, arriveranno in tempi brevi. «Ho preso quattro giocatori» , s’è difeso così Lotito al termine del match contro il Napoli. E’ passato al contrattacco, le contestazioni della Curva Nord non le ha digerite, ha difeso il lavoro fatto a gennaio svelando le strategie: «Abbiamo preso Pereirinha, Saha, Perea e siamo in via di definizione per il brasiliano» .

LA SVOLTA - L’operazione Felipe Anderson non è solo in via di definizione, è in via di chiusura. Il brasiliano si legherà alla Lazio per cinque anni, giocherà a Roma da luglio in poi, aveva già detto sì a Lotito. Non c’era tempo da perdere, la trattativa non si è mai interrotta, è andata avanti nonostante la chiusura del mercato. Lotito ha sferrato l’attacco decisivo, ha sbaragliato la concorrenza. In tanti erano pronti a fiondarsi sul 10 del Santos, il nuovo Ganso: rinviarne l’acquisto a giugno sarebbe stato troppo rischioso. E’ un febbraio bollente e sorprendente, la Lazio sta lavorando a fari spenti, senza dare nell’occhio, sta progettando il futuro. Felipe Anderson è uno dei nuovi talenti del calcio brasiliano, era entro nel mirino di grossi club europei. Lotito e Tare avevano il colpo in canna, non l’hanno chiuso entro gennaio per un soffio. L'operazione Anderson era saltata perché il Santos e il fondo inglese, comproprietari del cartellino, non si erano accordati sulla divisione dei soldi che sarebbero stati incassati. Il Santos spingeva per ottenere di più rispetto alla cordata di imprenditori che vanta una parte consistente dei diritti economici legati al giocatore.

Tutti gli approfondimenti sul Corriere dello Sport-Stadio di oggi in edicola

Daniele Rindone
Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

127 commenti

  1. Luca Magnavacchi
    Luca Magnavacchialle 16:03 del 16/02/2013

    Su questa squadra solida, vera e col carattere migliore della serie A, impiantati Saha, Pereirinha e questi due giovani di talento, consacrato Ciani in difesa,potremo fare ottime cose anche l'anno prossimo... E chissà che un piazzamento champions o un avanzata in Europa league non portino altri soldi e altri investimenti nelle casse!! Intanto massimo orgoglio per la stupenda annata, questa squadra è oltre ogni aspettativa!

  2. novegennaio
    novegennaioalle 20:55 del 11/02/2013

    ammesso che sia vero... a giugno arriva anderson ma sicuramente parte hernanes bisogna essere coerenti con la gestione da provinciale a cui ci ha abituato lotito...

  3. ZEP-SEGNI
    ZEP-SEGNIalle 11:31 del 12/02/2013

    Ma chi te l'ha detto che parte Hernanes?So 2 anni che si dice sta cosa e poi resta,quindi nn e' giusto fa processi alle intenzioni

  4. novegennaio
    novegennaioalle 20:50 del 11/02/2013

    per tutti quelli che difendono lotito fateve due conti...non bisogna essere commercialisti... per capire che in quasi nove anni il latinista ci sta' facendo un bel po' di euro con la nostra amata lazio

  5. ZEP-SEGNI
    ZEP-SEGNIalle 11:32 del 12/02/2013

    Ma di quali conti parli?Li sai solo tu,dicceli.

  6. Legione1900
    Legione1900alle 20:30 del 11/02/2013

    ..i tifosi napoletani e romanisti ci sono arrivati a capirlo il gioco di potere perchè ,standoci dentro,con squadre preparate a vincere,hanno visto OLTRE...

    ...noi lo eravamo 15 anni fa,con Cragnotti,ma è passato così tanto tempo che il LAZIALE da battaja s'è assopito,E' SPARITO,non c'è piu'..!

    ..avete paura di OSARE ,perchè la disfatta è stata così vicina che abbiamo accettato tutto,persino il male...

    ..vi saluto LAZIALONI....

  7. TeoSSL
    TeoSSLalle 07:25 del 12/02/2013

    Ma te se senti tanto meglio di altri ?!?!?! Chiacchiera chiacchiera....

    in edicola
    Vai alla prima pagina

    Adv