Milan, per Mangala è duello con il City

Difensore francese sotto osservazione: la scorsa settimana, infatti, c'era un emissario del Milan ad assistere a Porto-Malaga, andata degli ottavi di Champions. Ma c'è la concorrenza degli inglesi

mercoledì 27 febbraio 2013

MILANO - Occhi rossoneri su Eliaquim Mangala. La scorsa settimana, infatti, c'era un emissario del Milan ad assistere a Porto-Malaga, andata degli ottavi di Champions. Una missione che aveva principalmente lo scopo di studiare con attenzione la prestazione del difensore francese, di origini congolesi e dotato pure di passaporto belga. Risultato? Promosso a pieni voti. E la relazione è stata già recapitata in via Turati. Non si tratta di un dettaglio, visto che l'investimento principale del mercato estivo sarà proprio destinato alla difesa. Anzi, a questo punto si può dire che Mangala entri prepotentemente tra i candidati per andare a rafforzare il reparto arretrato. Nel gruppo ci sono, da tempo ormai Ogbonna e Astori, entrambi centrali solidi, di lunga militanza nel nostro campionato e pure nel giro azzurro. Il secondo, addirittura, è un prodotto del settore giovanile rossonero e potrebbe fare comodo in chiave lista Uefa. Ma il difensore francese affascina perché è un classe '91 (ci sarebbe anche l'olandese Indi che è di un anno più giovane) e, pur avendo già mostrato notevoli qualità, possiede anche significativi margini di miglioramento.

PREZZO ALTO - Il grande ostacolo, semmai, sono le pretese del Porto, ovvero una delle botteghe più care d'Europa. E non a caso, per Mangala, circola già una quotazione di 20 milioni di euro. Insomma, siamo a livelli top, soprattutto per il ruolo. Ma il club lusitano ha tutte le intenzioni di mettere a frutto l'investimento fatto nell'estate 2011, ovvero i 7 milioni recapitati nelle casse dello Standard Liegi. La concorrenza, comunque, è un altro indizio sul valore del giocatore. Ebbene, tra gli spettatori interessati di Porto-Malaga, insieme all'osservatore rossonero, c'era pure Txiki Beguiristain, dirigente del Manchester City, che ha aggiunto Mangala al suo taccuino già denso di nomi. Se davvero il club inglese dovesse decidere di dare l'assalto al francese, ovviamente la pista per il Milan si complicherebbe parecchio. Ma in via Turati possono contare sugli ottimi rapporti con Fabrizio Ferrari, che del 23enne difensore è il rappresentante italiano e che qualche anno fa aveva provato a portare a Milanello, sempre dal Porto, pure il terzino sinistro Cissokho.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

in edicola
Vai alla prima pagina

Adv