Costa Rica, un dilettante per fermare Messi

Il giovanissimo Francisco Calvo, studente negli Usa, sarà il 'guardiano' del talento dell'Argentina nella sfida decisiva per il passaggio del turno

CORDOBA, 11 luglio - L'Argentina conta le ore che la dividono dalla partita decisiva con il Costa Rica. Si giocherà quando in Italia saranno le 2,45 di notte, l'Argentina, numero 10 del ranking FIFA, il Costa Rica numero 55, ma i 'Ticos', così sono chiamati i centroamericani, alla Coppa America non ci sono arrivati con la prima squadra, ma con una under 20 guidata sempre dal ct della nazionale maggiore Ricardo La Volpe, argentino anche lui, campione del mondo 1978, era il portiere di riserva.

Lo chiamano el 'Bigoton', baffone, è un personaggio, nel vero senso della parola e questa sera per fermare Messi, ha scelto uno studente di criminologia. Si chiama Francisco Calvo, studia a Houston negli USA, è l'unico dilettante presente alla Coppa America, ha 18 anni e sull'aereo per l'Argentina ci è salito per caso. Era tornato in Costa Rica per le vacanze e aveva chiesto di allenarsi con l'under 20, così per non perdere il ritrmo, 'El Bigoton' l'ha visto gli è piaciuto e prima l'ha chiamato per la Gold Cup (il campionato per nazioni del Centro America e della zona caraibica), poi se l'è portato dietro anche alla Coppa America. «Sono stato due anni a Houston - racconta Calvo - ho imparato molto lì, ho giocato al San Jacinto College, la mia università, e in quelle leghe c'è un buon livello».

Difensore centrale, ma anche laterale, buon colpitore di testa, Calvo è un mancino, gli piacciono anche le volate verso la porta avversaria, ma questa sera dovrà preoccuparsi di Lio Messi, la stella che non riesce a brillare. «Appena Messi avrà la palla - ha spiegato La Volpe - dovrà avere un giocatore davanti ed è probabile che sarà Calvo, questo è un ragazzo che viene dall'università e mi ha convinto perchè ha molte qualità, sarà lui poi a scegliere se studiare o dedicarsi al calcio». Adesso Calvo non ha una squadra in Costa Rica, negli USA ci era andato con una borsa di studio, ma queste poche settimane potrebbero cambiargli la vita, specialmente se stanotte riuscirà a fermare il più forte giocatore del pianeta. «Se me l'avessero detto un anno fa - racconta Calvo - non ci avrei creduto. El profe (La Volpe) mi ha concesso una opportunità, ha fiducia in me e cerco di restituire quello che mi ha dato. E' una occasione unica, per questo cerco di migliorarmi giorno dopo giorno seguendo tutti i consigli dello staff tecnico e dei compagni. Il mio futuro? Ho sentito qualche cosa, ma niente di concreto. Adesso però ho altro per la testa». Cresciuto nelle giovanili del Deportivo Saprissa, Calvo ha debuttato in nazionale il 2 luglio, contro la Colombia, marcando il bomber del Porto Falcao che è rimasto a secco...

Roberto Zanni

1
  1. myfluxbox Scrive:
    11/07/2011 23:08:49

    calvo il mondo intero è con te! vai bello fermalo!

    Scrivi un commento
    Per poter inserire un commento/articolo devi eseguire il login


     


     
    Se non sei ancora registrato clicca quì: REGISTRATI
     
    in edicola
    Vai alla prima pagina
    sondaggio

    Chi vincerà questa edizione della Coppa America?

    Guarda i risultati

    Adv