Corriere Dello Sport.it

Calcio

Cerca in Corriere dello sport.it:
© LaPresse
1
  • Si 
  • No 
 

domenica 16 febbraio 2014

Il tormentone Zeman e gli errori da evitare

Nemmeno l’ennesimo disastro di un Pescara impresentabile e nervoso metterà fine all’esperienza abruzzese di Marino

di Tullio Calzone
NAPOLI - Nemmeno l’ennesimo disastro di un Pescara impresentabile e nervoso metterà fine all’esperienza abruzzese di Marino. Il tormentone Zeman è rinviato alla prossima estate, dopo aver occupato le pagine dei giornali non solo in settimana. Il boemo non si è fatto convincere ad accettare di tornare in corsa, anzi. Strattonato per la giacca e riaccostato a tutti i costi alla squadra biancazzurra, avrebbe dato prova della sua nota coerenza, non solo tattica. Avanti con Marino. Anche se all’Adriatico svolta solo Gautieri con una prestazione essenziale. Due ripartenze e via. Ecco come si fa! Lo sa bene anche il Lanciano che sbanca un Avellino attonito e appesantito dalla sosta. Baroni si ricandida ai play off mentre all’orizzonte si profila il mischione. Rischia, infatti, di diventare una bagarre la lotta promozione. Anche perché il ritmo continua a essere lento. L’Empoli, contro il bel Carpi di Vecchi, trema in casa dove non vince da novembre. Il Trapani subisce la rimonta di un’orgogliosa Reggina e la Ternana fa vivere un brutto quarto d’ora al Brescia. Salgono il Latina e lo Spezia e, tutto sommato, va di lusso al Palermo che dimostra ai più scettici di aver recepito la lezione di Iachini. A Cesena la squadra rosanero resiste giocando per più di un’ora in inferiorità numerica prima di chiudere in nove. Alla fine, distanze inalterate e una tappa in meno da affrontare. Cosa chiedere di più? Magari un pizzico di equità arbitrale non guasterebbe. Troppe, come al solito, e clamorose le sviste. A Brescia, viene annullato un gol per un fuorigioco che non c’è e poco dopo negato un rigore, sempre agli umbri. Discutibili un’ammonizione a Lazaar e l’espulsione (severa) di Maresca a Cesena. Incredibile il penalty non dato alla Reggina (in svantaggio) per un contatto di mano con la palla di Terlizzi che aumenta il volume del corpo in maniera evidente. Insomma, sia in vetta che in coda svarioni che rischiano di entrare nel merito di una stagione equilibrata e avvincente. Soprattutto ora che anche il rebus Carpi-Padova è vicino alla soluzione. O no, presidente Abodi?


Tutte le altre news di Opinioni →

Ti potrebbe interessare!

Inserisci Commento

Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

Commenti