Corriere Dello Sport.it

Serie A TIM

Cerca in Corriere dello sport.it:
© LaPresse
47
  • Si 
  • No 
 

domenica 15 febbraio 2015

Serie A, Cesena-Juve 2-2: resta il +7 sulla Roma

In gol Djuric, Morata, Marchisio e Brienza. Vidal sbaglia un rigore nel finale

di Daniele Liberati
CESENA – Dopo il Parma, ecco il Cesena. Come se la telefonata di Lotito le avesse chiamate in causa, le ‘piccole’ del campionato tirano fuori l’orgoglio e fermano le regine della classifica. Al sorprendente pareggio della Roma nel pomeriggio, segue il rocambolesco 2-2 della Juve in serata. La squadra di Allegri, sbadata e stranamente poco concentrata, non sa approfittare dell'inciampo romanista e rimane con sette punti di vantaggio sull’inseguitrice. In un Manuzzi elettrico e tutto esaurito da giorni, i bianconeri vanno sotto per il gol iniziale di Djuric, ribaltano in sei minuti con Morata e Marchisio ma nel secondo tempo buttano via la vittoria facendosi raggiungere da Brienza e sprecando l’occasione più grande a 8' dalla fine con Vidal, che su rigore non inquadra neanche la porta. Con la Champions ormai prossima (martedì 24 l’andata degli ottavi con il Borussia Dortmund), due punti in più avrebbero fatto molto comodo ad Allegri.
FOTO Brienza ferma la Juve. Vidal, che errore dal dischetto!
© REUTERS
SPAVENTO DJURIC - Niente turnover per il tecnico livornese. Rientra Lichtsteiner, mentre in avanti la squalifica di Tevez rilancia la coppia Morata-Llorente. Dall’altra parte Di Carlo insiste con il 4-3-1-2, diventato costante nelle ultime quattro gare. Con tante assenze (Cascione, Cazzola, Pulzetti, Tabanelli, Valzania e Marilungo), il Cesena punta in avanti sul trio Brienza-Defrel-Djuric. Un mix di forza e qualità che manda incredibilmente in tilt lo schema juventino. Sulle veloci folate dei romagnoli, la Juve sbanda come non aveva mai fatto da tempo. I pericoli arrivano tutti quanti dalla destra, dove Lichtsteiner in prima battuta e Bonucci in copertura vengono travolti. Tra l’8’ e il 10’ Defrel si presenta due volte davanti a Buffon, ma il portiere della Nazionale è prontissimo a respingere salvando il risultato. Poco dopo ci prova anche Ze Eduardo con un diagonale parato dal portiere bianconero. Il Cesena prende coraggio, alza il ritmo e al 17’ passa in vantaggio. Pirlo perde un palla banale in mezzo al campo, scatta veloce il contropiede con Defrel che serve un assist perfetto a Djuric. Il Manuzzi sembra esplodere: è 1-0. Il gol, però, scuote la Juve dal torpore. Con il passare dei minuti la squadra di Allegri guadagna campo e, complice il calo di intensità del Cesena, ribalta tutto in sei minuti. Al 27’ Morata, tutto solo in area su cross di Pogba, pareggia di testa. Al 33’ Marchisio firma il sorpasso con un inserimento dei suoi. La favola romagnola sembra già finita.

VIDAL, CHE ERRORE! - In avvio di ripresa il Cesena prova a riprendere il ritmo di inizio gara. Gli spunti più pericolosi sono sempre di Defrel, ma questa volta Djuric non lo segue. La squadra di Di Carlo è più compassata nelle giocate, ma comunque equilibrata. La Juve sembra comandare il gioco e attacca senza troppa convinzione, quasi con sufficienza. I romagnoli capiscono il momento favorevole e ci provano. Prima Brienza non centra la porta, poi trova l’angolo alla destra di Buffon dopo un’ottima sponda di Djuric. Al 25' è 2-2. Allegri è preoccupato e cambia. Fuori un Pogba in difficoltà e dentro Pereyra. La Juve soffre ma al 37’ ha l’occasione per cancellare tutti gli errori e prendersi i tre punti. Lucchini intercetta con il braccio alto una rovesciata di Llorente in area. Russo fischia il rigore ed espelle Di Carlo per proteste, ma Vidal sbaglia clamorosamente dal dischetto tirando a lato. Nella bolgia degli ultimi minuti entrano Rodriguez, Carbonero e Coman. Altre contestazioni per un presunto fallo di mano in area di Lichtsteiner, poi il fischio finale. Nel weekend del volo, la Juve non decolla.


Cesena-Juve 2-2: tabellino e statistiche


Tutte le altre news di Serie A →

Ti potrebbe interessare!

Inserisci Commento

Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

Commenti