Lazio, l'idea è Matavz. Presto offerta per Biglia

Lo sloveno quest’anno ha segnato 7 gol in 7 partite di Europa League e 11 reti in 26 gare di Eredivisie. Sabato ha bucato la porta del Groningen, la sua avventura olandese potrebbe essere comunque giunta al capolinea

lunedì 29 aprile 2013

PARMA - Un incontro al bar, è avvenuto sabato nella splendida cornice di Montecarlo: seduti al tavolo il presidente Lotito e Federico Pastorello, agente Fifa. Non erano lì solo per rilassarsi, s’è rivelato un incontro di mercato. Al centro delle discussioni è finito l’attaccante Tim Matavz, il lungagnone sloveno (classe 1989, 1,88 di altezza) in forza al Psv Eindhoven. Era stato ad un passo dal Napoli un anno fa, ha iniziato a pensarci la Lazio. Il mandato per trattare il giocatore in Italia l’ha preso l’avvocato Claudia Pastorello, moglie di Federico. Matavz è stato proposto, piace alla Lazio, è una situazione che potrà evolversi, dipenderà anche dal futuro di Kozak e Floccari. Lo sloveno quest’anno ha segnato 7 gol in 7 partite di Europa League e 11 reti in 26 gare di Eredivisie. Sabato ha bucato la porta del Groningen, la sua avventura olandese potrebbe essere comunque giunta al capolinea. Il vertice Lotito-Pastorello è servito anche per parlare del futuro di Candreva e Stankevicius (il lituano cerca squadra). Il primo è ambito da grossi club (anche europei), ma la Lazio a giugno verserà all’Udinese gli 1,7 milioni pattuiti per ratificare la comproprietà, la parte restante del cartellino potrà essere trattata nel giugno 2014: in questo modo la società blinderà il giocatore per un’altra stagione. L’exploit di Candreva però non è passato inosservato, il suo valore è cresciuto, potrebbe essere necessario un adeguamento economico.
 
GLI ALTRI - La Lazio è a caccia di nuovi attaccanti, non basteranno l’arrivo del baby colombiano Brayan Perea (preso dal Deportivo Cali, arriverà a luglio) e l’inserimento in rosa del talento Keita della Primavera. La società acquisterà un bomber in più e Matavz è un nome da inserire nella lista dei papabili. Nell’elenco figurano due giocatori che militano in Belgio, terra che la Lazio sta visitando da diverse settimane. I nomi: Matias Suarez dell’Anderlecht e Carlos Bacca del Bruges, un argentino e un colombiano. Sono giovani, il primo è classe 1988, il secondo è classe 1986, costano 12 e 7 milioni. Segnano molto nelle rispettive squadre, sono rivali, si sono fatti notare con continuità.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

Daniele Rindone
Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

Commenti

    in edicola
    Vai alla prima pagina

    Adv