Milan, ora Poli ed Obiang. È molto più che un'idea

Per rinforzare il centrocampo i rossoneri cercano elementi di qualità e a costo ragionevole. E domani si gioca a Marassi. Sarà anche l’occasione buona per dare uno sguardo anche a Tissone. Trattativa ideale, prestito con diritto di riscatto

sabato 12 gennaio 2013

MILANO - «Forse, chissà. O troviamo il giocatore giusto o non prendiamo nessuno». Adriano Galliani lascia ogni discorso in sospeso, ma l'idea di aggiungere un centrocampista è decisamente di attualità tra le stanze di via Turati. Prova ne sia il recente tentativo effettuato per Lodi, stoppato dalle resistenze del Catania. E allora meglio esplorare altre piste, tenuto conto che Strootman è ormai un pezzo pregiato del mercato internazionale e che Nainggolan, al momento, è troppo importante per il Cagliari e non c'è nessuna intenzione di mettere in difficoltà Cellino. Più o meno è ciò che anche Preziosi ha spiegato all'ad rossonero nella cena dell'altra sera. Galliani, infatti, aveva sondato la disponibilità per un prestito di Kucka, ma con il Genoa ancora in fono alla classifica non è il caso di lasciar andare con troppa leggerezza pedine preziose come il centrocampista slovacco.

INTRECCI GENOVESI - Ovvio, di qui a fine mese, gli scenari possono anche cambiare. Ma intanto il Milan approfitterà dell'incrocio di domani con la Sampdoria per verificare e sondare altre opportunità. Poli, ad esempio, è uno dei nomi che già erano emersi durante il vertice di lunedì scorso tra Galliani e Allegri. Ma in blucerchiato ci sono pure Obiang e Soriano. Tutti e 3 hanno le caratteristiche giuste, nel senso che sono giovani (dai 20 ai 23 anni) e giocano in mezzo al campo. Ed è proprio in quella posizione che il Milan deve aumentare le alternative e le risorse a disposizione dell'allenatore, visto che De Jong è ormai perso fino al termine della stagione (ieri ha ricominciato a lavorare in palestra dopo l'intervento di ricostruzione del tendine d'Achille della gamba sinistra), Ambrosini fatica a reggere gli impegni ravvicinati (mercoledì contro la Juventus si è visto costretto ad abbandonare il campo), mentre Muntari è alle prese con le conseguenze, nel senso di acciacchi muscolare, di un recupero sprint dopo la rottura del crociato.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

in edicola
Vai alla prima pagina

Adv