Mazzarri: «Apoteosi Napoli. Lavezzi, lacrime toccanti»

Il tecnico azzurro: «Sono andato a letto alle 7, alle 11 suonavano i telefoni e mi sono svegliato. Ho dormito quasi niente, meglio così. Ne vale assolutamente la pena. Ieri mi sono emozionato e commosso quando ho visto tutta quella gente aspettarci»

lunedì 21 maggio 2012

ROMA - Walter Mazzarri è ancora provato. Il successo conrto la Juve, la Coppa alzata al cielo, i festeggiamenti fino all'alba. Troppe emozioni per il tecnico azzurro che ai microfoni di Marte Sport Live ha espresso tutta la sua gioia: "Sono andato a letto alle 7, alle 11 suonavano i telefoni e mi sono svegliato. Ho dormito quasi niente, meglio così. Ne vale assolutamente la pena. Ieri mi sono emozionato e commosso quando ho visto tutta quella gente aspettarci a Napoli. La gioia della nostra gente è stata incredibile e mi ha riempito il cuore. Ha giustificato un lavoro particolare, 51 partite preparate a tutta, ma quando si arriva a certi traguardi, capisci che i tifosi meritano il massimo. Noi in questi tre anni abbiamo fatto tante partite simili a quella di ieri sera, a volte non siamo stati lucidi e brillanti, il nostro trend - però - resta assolutamente positivo. E' stata una crescita totale. Il voto alla stagione? In base al valore e a quello che danno tutti i giorni in allenamento, il 10 è assicurato. Ho avuto un rapporto pazzesco e bellissimo: abbiamo sofferto nei momenti difficili, non è facile trovare un gruppo con questi lavori. Sono davvero contento. Il mio voto? Non lo devo dare certo io, sono contento con me stesso, abbiamo preparato benissimo la finale".

SULLE LACRIME DI LAVEZZI - Inevitabile però spendere una battuta sulle tante emozioni che hanno travolto i giocatori al termine della partita. Prima fra tutti Lavezzi, ma anche De Sanctis, Cannavaro e Lavezzi: "Mi hanno colpito tutti. Il Pocho non fa vedere le proprie emozioni mai, ieri mi ha toccato tanto, si è lasciato andare a livello personale. Ci teneva tanto a vincere. Il suo futuro? Ho le sensazioni che avete tutti, non sono mai entrato in questo discorso. Il mio intento era quello di pensare solo alla partita e certe questioni non mi riguardavano direttamente fino alla finale di Coppa Italia. Paolo e Morgan sono uomini di grande valore, con loro ho un rapporto speciale. Sono più grandi degli altri, sono due riferimenti dello spogliatoio. E' stato tutto bello".

VOGLIA DI SCUDETTO - I tifosi chiedono a Mazzarri di restare per vincere lo scudetto: "Sono attestati di stima incredibili, queste emozioni ti riconciliano con il mestiere che fai. Il mio futuro? Lo sapete, rispetto sempre i ruoli. Sono un dipendente della società che convoca l'allenatore e i giocatori. C'è un contratto, io intendo rispettarlo, poi quando sarò chiamato dirò la mia e farò le valutazioni tecniche. Margini per migliorare ancora? E' un discorso che va di pari passo con la formazione che la società ti mette a disposizione, il ruolo dell'allenatore è valorizzare al meglio le risorse, ma non bisogna mai dimenticare i valori. Io soffro quando perdo, sono peggio dei nostri tifosi, vorrei sempre vincere. Se fosse per me, non perderei mai. Vincendone tante, si potrebbe arrivare molto in alto. Ieri è stata un'apoteosi: abbiamo battuto la Juve che è la rivale storica dei nostri tifosi, senza dimenticare che i bianconeri sono campioni d'Italia e non avevamo mai perso una partita nel corso della stagione. Una mia dedica? Ho dei rituali miei che non rivelo a nessuno. Lo farò da solo, ne vale la pena".

VIDEO: NAPOLI SULL'AUTOBUS

VIDEO: FESTA INFINITA IN CITTÀ

VIDEO: FESTA PER LE VIE DI NAPOLI

VIDEO: NAPOLI, FESTEGGIAMENTI IN CAMPO

VIDEO, DE LAURENTIIS: «NAPOLI, FUTURO SORPRENDENTE»

VIDEO, MAZZARRI: «COMPLIMENTI AI MIEI GIOCATORI»

VIDEO, INLER: «EMOZIONE GRANDISSIMA»

VIDEO, CAVANI: «GRANDE ANNATA PER IL NAPOLI»

VIDEO, CONTE: «CONTE, IMPARA DALLA SCONFITTA»

FOTO: SFILATA CON L'AUTOBUS A NAPOLI

FOTO: LAVEZZI STATUINA NEL PRESEPE

FOTO: HAMSIK SI RADE LA CRESTA

FOTO: NAPOLI, FESTA NELLA NOTTE

FOTO: GLI SCATTI CON LA COPPA

FOTO: NAPOLI, CHE TRIONFO

FOTO: NAPOLI, JUVE BATTUTA

FOTO: HAMSIK RASATO

Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

38 commenti

  1. step91na
    step91naalle 19:36 del 21/05/2012

    Grande Walter...il giusto premio ed un trionfo che dimostra che il progetto tecnico dle Napoli è validissimo e si sta dimostrando con il tempo vincente....siamo riusciti a battere i campioni d'Italia(a cui non smetterò mai di complimentarmi per la strepitosa cavalcata che hanno fatto da imbattuti;per il gioco espresso è uno scudetto ultra meritato)..ed anche i campioni d'Europa(3-1 al Chelsea)...che dire..finalmente da tifoso innammorato vedo la mia squadra alzare un trofeo...certo..non sarà il tricolore ma è pur sempre un ottimo inizio per porre nuove basi con innesti di qualità e provare a vincere l'anno prossimo!!!Onore cmq alla Juventus!!
    OHI VITA OHI VITA MIA...OI CORE E CHISTU CORE....SI STAT O PRIMMO AMMORE...E O PRIMMO E L'URTIMO SARRAI PPE ME!!!!

  2. maistatiinbneanc
    maistatiinbneancalle 19:01 del 21/05/2012

    complimenti al NAPOLI.....però la coppa italia non è un trofeo da grande squadra....infatti l'anno scorso l'hanno definita la coppa del nonno....

  3. sette2
    sette2alle 18:44 del 21/05/2012

    QUINDI VOI CHE AVETE P E R S O CONTRO UNA SQUADRA DI TERZA FASCIA SIETE ANCORA PIU' INDIETRO....TI TORNA TRAPATHINO????
    FORSE HO CAPITO VOI SIETE DELLA FASCIA....A LUTTO!!!

  4. MajorTotonno
    MajorTotonnoalle 17:45 del 21/05/2012

    Ieri ero a Roma grande spettacolo...orgoglioso della società e della squadra....UNICA NOTA STONATA....QUALCUNO MI Sto arrivando! SPIEGARE PERCHÉ ABBIAMO FISCHIATO L''INNO? Praticamente abbiamo fischiato i sacrifici e l'onore nei nostri nonni che hanno dato anche la vita affinché ieri, oggi e domani potessimo cantarlo in piena libertà. Queste cose non le capisco. Qualcuno mi aiuta a capire?

  5. anonimoqualunque
    anonimoqualunquealle 20:14 del 21/05/2012

    Te lo dico io. Perchè i nostri nonni, (se sei del sud), la loro vita non l'hanno donata, ma gli è stata sottratta con forza e violenza.La nostra storia è stata cancellata, e veniamo puntualmente denigrati e additati come chissà quale male da 151 anni a questa parte.

  6. trapathino
    trapathinoalle 17:40 del 21/05/2012

    Terza fascia,23 punti di differenza,3-3 a Napoli e 3 pere o 3 babà,scegliete voi,a Torino.Vincete un trofeo ogni 22 anni,non e' cosa........siete solo pronti per una insignificante coppa Italia,al pranzo di nozze per lo scudetto,voi non venite mai invitati......

  7. sorgentegiuseppe
    sorgentegiuseppealle 18:29 del 21/05/2012

    MA SE ERA UNA COPPETTA COME MAI CI TENEVA TANTISSIMO LA JUVE E CONTE!!!!!!!!!!! GOBBO

  8. napoliii1986
    napoliii1986alle 18:34 del 21/05/2012

    ma tanto che vincete a fa tanto no sapete neanche dove festeggiare!!!!!!! ogni tifoso juventino vive in media 300 km da torino!!!!!!! che dovete festeggia al bar dello sport????

    in edicola
    Vai alla prima pagina

    Adv