Roma, ufficiale lo 0-3. Partita persa al Cagliari

Il giudice sportivo Tosel ha assegnato al club giallorosso la vittoria a tavolino per la sfida di Cagliari

lunedì 24 settembre 2012

ROMA - Vittoria per 0-3 a tavolino in favore della Roma. È il verdetto del giudice sportivo sulla gara, non disputata dopo il rinvio deciso sabato notte dalla prefettura, fra Cagliari e Roma. La società giallorossa aveva presentato ricorso per ottenere la vittoria d'ufficio.

IL COMUNICATO - «Il Giudice Sportivo, letto il provvedimento datato 22 settembre 2012 del Prefetto di Cagliari (notificato alle Società interessate ed all’Arbitro designato, che ne ha allegato copia al referto trasmesso a questo Ufficio) che ha disposto “per l’urgente e grave necessità di tutelare l’ordine pubblico e la sicurezza pubblica” il differimento ad altra data della gara Cagliari – Roma del 23 settembre 2012; rilevato che la medesima Autorità amministrativa aveva precedentemente decretato, con provvedimento datato 15 settembre 2012, che tale gara dovesse essere disputata “in assenza di pubblico” a causa dell’accertata inagibilità dello stadio Is Arenas di Quartu S.Elena, con conseguenziale divieto della Soc. Cagliari della vendita dei relativi biglietti di ingresso allo stadio e l’obbligo di annullare quelli venduti; considerato che nel provvedimento prefettizio si ravvisa nel comunicato, pubblicato in pari data sul sito ufficiale della Soc. Cagliari, con il quale il Presidente della Società invitava e chiedeva “a tutti i suoi tifosi, titolari di biglietto e di abbonamento, di recarsi allo stadio per assistere alla partita nel rispetto dell’ordine e della civiltà….”, il rischio concreto e attuale che tale riprovevole sollecitazione potesse tradursi “in iniziative ed atti rivolti a disattendere la prescrizione dello svolgimento della partita a porte chiuse”, ingenerando nella tifoseria “reazioni emotive inconsulte ed irrazionali”; ritenuto che la provocatoria iniziativa assunta dalla Soc. Cagliari costituisce una palese violazione di cui all’art. 12, n. 2 CGS, che impone alle Società la rigorosa osservanza delle disposizioni emanate dalle pubbliche autorità in materia di pubblica sicurezza, e considerato che tale violazione ha costituito la causa diretta ed esclusiva dell’impedimento alla regolare effettuazione della gara; preso atto che la Soc. Roma ha preannunciato un reclamo ex art. 29, n. 4 CGS; visti gli art. 29, n. 3 e 17, n. 1 C.G.S.,  delibera di sanzionare la Soc. Cagliari con la perdita della gara con il punteggio di 0-3 (zero a tre), disponendo altresì la trasmissione di copia degli atti al Procuratore federale per quanto di competenza in merito alla condotta del Presidente della Società stessa».

Ecco la nuova classifica di serie A

Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

622 commenti

  1. Legione1900
    Legione1900alle 16:28 del 25/09/2012

    ...il regolamento parla chiaro ed è applicabile a RICHIESTA...

    ..mi viene solo il dubbio del perche' cellino lo va a fare popo coà maggggichea....

    ...mah,chissa'...

  2. Ruben Di Tommaso
    Ruben Di Tommasoalle 13:19 del 25/09/2012

    zeman falso moralista come mai a proposito non dice niente?..........dovrebbe avere almeno la decenza di dire che il 3-0 è esagerato bastava solo 1-0 ..........quest'anno non vincerà mai 3-0........e dovrebbe anche dire che lui vorrebbe giocare la partita e che il regolamento è sbagliato........zeman un vero sportivo

  3. La Grande Artgallery
    La Grande Artgalleryalle 12:01 del 25/09/2012

    Tavolino GOOOOOOLL!!!! che pezzenti!

  4. salconte
    salcontealle 12:15 del 25/09/2012

    GOL
    GOL
    GOL
    Bella partita, difesa impenetrabile: e poi hanno il coraggio di criticare le amnesie difensive di Zeman...
    Signori, per la prima volta la difesa della Roma non ha subito nemmeno un gol:
    quando poi i media ci raccontano della fuga del pubblico dagli stadi, ricordatevi anche di questo episodio: la Lega ha divorato sé stessa, cancellando la parola "sport" dal calcio.

  5. salconte
    salcontealle 11:56 del 25/09/2012

    Bella partita, difesa impenetrabile: e poi hanno il coraggio di criticare le amnesie difensive di Zeman...
    Signori, per la prima volta la difesa della Roma non ha subito nemmeno un gol:
    quando poi i media ci raccontano della fuga del pubblico dagli stadi, ricordatevi anche di questo episodio: la Lega ha divorato sé stessa, cancellando la parola "sport" dal calcio.

  6. robifox
    robifoxalle 10:06 del 25/09/2012

    dimenticate che la roma non ha fatto ricorso....è solo stato applicato il regolamento. ah già, in italia siamo abituati al fatto che le regole si possono infrangere e gridiamo al complotto quando vengono attuate. che strano paese.....

  7. galeno68
    galeno68alle 10:06 del 25/09/2012

    ...per colpa di Cellino c'è andata di mezzo la Roma...non poteva aspettare un altra giornata prima di fare sta bravata??Voi pensate quel che volete ma noi sti tre punti non li volevamo proprio anche perchè non pensate che finisce qua...ci faranno ripagare tutto e con gli interessi....guarda caso sabato prox c'è la juve...

  8. Domenico Morra
    Domenico Morraalle 09:39 del 25/09/2012

    SICURAMENTE CELLINO HA SBAGLIATO E L'ARTICOLO 17 DA RAGIONE ALLA ROMA, MA REGALANDO I 3 PUNTI ALLA ROMA IL CAMPIONATO DI CONSEGUENZA E' STATO FALSATO.

  9. Senzanumero
    Senzanumeroalle 09:44 del 25/09/2012

    ahahahahahahah...ma che dici?

  10. robifox
    robifoxalle 10:57 del 25/09/2012

    e quale sarebbe la novità??? trovami un campionato regolare negli ultimi....facciamo 30 anni? e questo solo perchè una volta tanto è stato applicato il regolamento?

  11. Luigi M Augusto Cesare
    Luigi M Augusto Cesarealle 11:12 del 25/09/2012

    Anche la gara tra Lazio ed Inter del 2 maggio 2010 (stagione 2009-2010) ove la squadra di Mourinho ha vinto senza alcuna difesa e resistenza da parte della squadra biancoceleste ha sicuramente falsato quel campionato. Ma se è pur vero che vincere a tavolino è antipatico ma le regole sono quelle e se non ci piacciono ci si siede e si cambiano, è ancora peggio entrare in campo e per mezzo di una combine tacita, ma evidentissima, si gioca per perdere! Vedi la pulce nel nostro occhio ma non la trave nel tuo . . .

  12. Marco De Luca
    Marco De Lucaalle 12:26 del 25/09/2012

    Parli di regole, ma quando i tifosi riomansti hanno fermato il derby,come mai non c'e' stato lo stesso metro di giudizio?

    in edicola
    Vai alla prima pagina

    Adv