Nordtveit, pezzo pregiato della Norvegia Under 21

È un centrale di sicuro affidamento del Borussia Moenchengladbach, elegante e potente, tenuto sotto osservazione durante la sua crescita da due maestri della panchina, Alex Ferguson e Arsene Wenger

venerdì 11 marzo 2011

ROMA, 11 marzo - La Scandinavia ha costruito spesso difensori di valore: discreta tecnica, rendimento regolare, forza atletica, impatto agevole con i campionati europei più selettivi, buona capacità di inserimento nella nuova realtà. La Svezia, seconda al mondiale del 1958, poteva contare nel reparto arretrato su giocatori di livello come Orvar Bergmark (una breve parentesi nella Roma), Sven Axbom (Norkköping) e Bengt Gustavsson (sei stagioni in Italia con la maglia dell’Atalanta). E nel 1994, quando è arrivata terza al Mondiale americano, la linea a quattro dei gialloblù era formata da Roland Nilsson, Patrick Andersson, Joachim Bjorklund e Stefan Schwarz.
La Danimarca, invece, ha lanciato in passato gente come Morten Olsen e Ivan Nielsen (una Coppa dei Campioni con il Psv Eindhoven), arricchendo più avanti la sua scuola con elementi del calibro di Simon Kjaer (ex Palermo, ora al Wolfsburg) e Daniel Agger (Liverpool). Nel 1992, quando aveva vinto il titolo di campione d’Europa, la difesa del ct Richard Moeller Nielsen era composta da John Sivebaek, Lars Olsen, Kent Nielsen e Kim Christofte. E anche la Norvegia, negli Anni Novanta, con Henning Berg (ex Manchester United) e Stig Bjornebye (ex Liverpool), ha regalato centrali affidabili, oltretutto a prezzi moderati, come la Svezia e la Danimarca.

LA SORPRESA - L’ultima novità, nella Norvegia Under 21, si chiama Havard Nordtveit: è un centrale di sicuro affidamento, elegante e potente, tenuto sotto osservazione durante la sua crescita da due maestri della panchina, Alex Ferguson e Arsene Wenger. Il tecnico scozzese gli aveva fatto sostenere uno stage di una settimana con le giovanili del Manchester United. L’allenatore francese, che lavora dal 1996 nell’Arsenal, lo ha tesserato per il club londinese fino allo scorso dicembre, quando Nordtveit è stato ceduto per un milione di euro al Borussia Moenchengladbach.

PERSONALITA’ E CARATTERE - Nordtveit ha vent’anni: è nato il 21 giugno del 1990 a Vats, ma nel suo biglietto di presentazione figurano già 56 gare da professionista. E’ un difensore dominante in area di rigore: è mancino e in un 4-4-2 si muove di solito nel centro-sinistra. Ha personalità, carattere, nei colpi di testa arriva sempre in anticipo: alto un metro e 88, pesa circa 76 chili. Si occupa della prima punta, quella più forte dal punto di vista fisico e muscolare. Concentrazione e rapidità nelle chiusure. Nordtveit è il classico regista arretrato: fa ripartire l’azione, ha buona visione di gioco e un lancio di quaranta-cinquanta metri.

DAL VATS94 AL BORUSSIA M. - Ha iniziato la carriera nelle giovanili del Vats94, in attesa di legarsi allo Skjold. Nel 2006 ha firmato il contratto con l’Haugesund, debuttando il 20 agosto dello stesso anno nel campionato norvegese di serie B contro il Sogndal IL, gara vinta per 2-0. In quel periodo è stato notato dal Manchester United, che però ha ritardato la chiusura dell’operazione ed è stato sorpassato dall’Arsenal. Promosso da Arsene Wenger e Steve Rowley, responsabile degli osservatori dei Gunners, Nordtveit si è trasferito nel 2007 in Inghilterra: il suo cartellino è costato quattrocentomila euro. E’ stato subito inserito nella squadra Primavera dell’Arsenal, dove nello spazio di pochi mesi il tecnico Neil Banfield gli ha assegnato la fascia di capitano. Wenger lo ha provato anche con la squadra maggiore nell’amichevole estiva con il Barnet.

SPAGNA E GERMANIA - Nordtveit si è allenato spesso con l’Arsenal dei grandi: nel maggio del 2008 ha trovato posto anche in panchina nella gara con il Sunderland. Ma alla metà di agosto, spinto dal desiderio di fare una nuova esperienza e affascinato dall’idea di volare in Spagna, il difensore norvegese ha accettato la proposta del Salamanca, che lo ha preso in prestito. Tre le presenze nel campionato spagnolo di serie B. A gennaio del 2009, poi, la decisione dell’Arsenal di girarlo per sei mesi al Lillestrom, dove nelle situazioni di emergenza si è adattato anche al ruolo di terzino sinistro: diciassette gare per Nordtveit e la chiamata nella nazionale under 21. Rientrato in Inghilterra, il centrale è stato ceduto - sempre in prestito - al Norimberga, che aveva appena conquistato la promozione in Bundesliga. Positivo il bilancio: diciannove partite (esordio contro l’Hannover, entrando nella ripresa al posto di Andreas Wolf), la stima del tecnico Dieter Hecking e la salvezza festeggiata nello spareggio contro l’Augsburg (1-0 all’andata in casa e 2-0 nella sfida di ritorno). Nel Norimberga è stato utilizzato, in alcune circostanze, anche nella posizione di mediano. L’ex ct norvegese Nils Johan Semb, ora dirigente federale e commentatore televisivo, considera Nordtveit il miglior prodotto del vivaio nazionale a livello under 21.

CONTRATTO FINO AL 2013 - Ritornato a Londra nella scorsa estate, ha lavorato con Wenger fino a dicembre, quando il Borussia Moenchengladbach lo ha convinto a sottoscrivere un contratto fino al 2013. Chiuso da una folta concorrenza, Nordtveit (12 presenze e un gol nella nazionale norvegese under 21 diretta da Oystein Gare) ha preferito lasciare l’Arsenal e rimettersi in gioco in Germania, dove finora ha collezionato sette presenze, tutte da titolare e senza neppure una sostituzione. Ha esordito da titolare il 15 gennaio vincendo 1-0 (gol del mediano Neustadter, classe 1988) proprio sul campo del suo vecchio Norimberga. Michael Frontzeck, allenatore del Borussia Moenchengladbach, lo schiera sempre al fianco dell’austriaco Martin Stranzl (1980), arrivato a gennaio dallo Spartak Mosca: la squadra è ultima in classifica con ventidue punti, ma è in piena lotta per la salvezza, considerando che St. Pauli, Kaiserslautern e Stoccarda sono a quota 25 e un gradino più sopra si trova il Wolfsburg.

Stefano Chioffi
Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

in edicola
Vai alla prima pagina

Adv