Corriere Dello Sport.it

Calcio

Cerca in Corriere dello sport.it:
© LaPresse
1
  • Si 
  • No 
 

venerdì 08 marzo 2013

Clasie, quante offerte per il regista olandese

Ha ventuno anni, gioca nel Feyenoord ed è stato portato in nazionale dal ct Van Gaal. Nel suo ruolo è la migliore espressione dell’Eredivisie. Ha un contratto fino al 2015. L’ha seguito anche la Fiorentina. Ora in prima fila c’è l’Arsenal

di Stefano Chioffi
ROMA - Louis Van Gaal gli ha consegnato le chiavi della nazionale olandese, ricostruita dal nuovo ct dopo il naufragio agli ultimi Europei in Polonia e Ucraina: zero punti in tre partite e prima eliminazione subita dagli “orange” nella fase a gironi. Nel ruolo di regista, Van Gaal ha scelto Jordy Clasie, un centrale che ha le caratteristiche ideali per dare forma e sostanza al 4-3-3: velocità di gambe e di pensiero, forza nei contrasti, ordine e dinamismo. Preciso come un play-maker e generoso come un mediano. Tra agosto e febbraio, Van Gaal ha fatto esordire tredici giocatori dall’età media inferiore ai ventitré anni: così ha cominciato a ridisegnare l’Olanda, che ha conquistato dodici punti (in quattro gare) nel girone D di qualificazione al Mondiale del 2014 in Brasile.

TREDICI ESORDIENTI - Clasie arriva dal vivaio del Feyenoord, che insegue il titolo in “Eredivisie” dal 1999 quando il centravanti era l’argentino Julio Cruz e in panchina c’era Leo Beenhakker. Non è l’unica pedina del club di Rotterdam ad aver trovato spazio nei progetti di Van Gaal: il ct, tornato al timone dell’Olanda nello scorso mese di luglio, dopo le dimissioni di Bert Van Marwijk, ha pescato dal Feyenoord anche i difensori centrali Stefan De Vrij (21 anni) e Bruno Martins Indi (21), seguito con attenzione dal Milan, oltre al terzino destro Daryl Janmaat (23) e all’attaccante esterno Ruben Schaken (30), origini del Suriname, il debuttante più anziano.

IL MERCATO - Xavi e Fabregas sono i suoi punti di riferimento, come ha raccontato in parecchie interviste. Jordy Clasie è stato preso in considerazione dai dirigenti della Fiorentina prima della riapertura del mercato di gennaio. Sulle sue tracce c’è anche l’Arsenal. Ha ventuno anni, è nato ad Haarlem il 27 giugno del 1991 e ha giocato un tempo nella recente amichevole che l’Italia ha pareggiato il 6 febbraio ad Amsterdam per 1-1 (gol di Lens e di Verratti). Nella corsa verso il Mondiale, Van Gaal l’ha schierato titolare per quarantanove minuti contro la Turchia (2-0, il 7 settembre), chiedendogli di muoversi fra Wesley Sneijder e Kevin Strootman, e l’ha riproposto fino al 90’ quattro giorni più tardi nella trasferta a Budapest: vittoria per 4-1 sull’Ungheria.

DOPPIO MODULO - Fosforo e intensità in un fisico compatto: intelligenza tattica, corsa, pressing, ritmo. Nel Feyenoord di Ronald Koeman dirige l’orchestra in un 4-2-1-3, mentre con Van Gaal ha imparato a incidere nel 4-3-3. Clasie ha buoni fondamentali, è ambidestro, ha un lancio lungo e cerca sempre di dare profondità all’azione. E’ alto un metro e 69, pesa 69 chili, ha un contratto fino al 2015 e il Feyenoord ha rinviato ogni decisione sul futuro del centrocampista alla fine di giugno. La squadra di Rotterdam, trascinata dal centravanti italiano Graziano Pellè, classe 1985, (19 gol in 21 presenze), lotta per lo scudetto. Il campionato olandese sta regalando emozioni e grande equilibrio: Psv Eindhoven 53 punti, Ajax 51, Feyenoord 50, Vitesse 48. L’Eredivisie è arrivata alla 25ª giornata, mancano ancora nove turni. Tra i club in lizza per il titolo, solo l’Ajax è più giovane (età media 22,5 anni) del Feyenoord (23,6).

IL PERCORSO - Clasie è molto stimato da Ronald Koeman. Ha debuttato però da professionista, in “Eredivisie”, con la maglia dell’Excelsior, altra società di Rotterdam, alla quale era stato ceduto in prestito nella stagione 2010-2011. Clasie ha fatto la sua prima apparizione in campionato proprio contro il Feyenoord (3-2) di Mario Been, ex trequartista del Pisa di Romeo Anconetani: l’allenatore era Alex Pastoor. Trentadue partite, due gol (il primo contro il Nec) e cinque assist.

DUE GOL E SEI ASSIST - Ha iniziato nella scuola-calcio dell’Hvv Dsk e dell’Hfc Edo, poi è stato tesserato all’età di nove anni dal Feyenoord. Clasie è diventato titolare nella scorsa stagione con Koeman: dal 2011 la sua crescita è stata costante. Trentatré partite, tre gol e tre assist nello scorso campionato; venticinque gare, due reti e sei assist nel torneo attuale. Prima di imporsi sotto la guida di Koeman e di essere promosso dal ct Van Gaal, si era fatto notare nella nazionale Under 19 guidata da Wim Van Zwam e nell’Under 21 di Cor Pot. Clasie ha trovato in campo un’ottima intesa anche con Pellè. Soltanto l’ivoriano Wilfried Bony, ventiquattro anni, punta del Vitesse, ha segnato più dell’italiano: è il capocannoniere con 23 gol in 22 partite.

Tutte le altre news di Talent scout →

Ti potrebbe interessare!

Inserisci Commento

Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

Commenti