Corriere Dello Sport.it

Calcio

Cerca in Corriere dello sport.it:
  • Si 
  • No 
 

domenica 18 agosto 2013

Sigthorsson, l’Ajax fa affari in Islanda

E’ un centravanti, ha ventitré anni, gioca nel club di Amsterdam dal 2011 ed è stato scoperto da Louis Van Gaal, che nel 2007 lo aveva fatto tesserare dall’Az Alkmaar. Oggi ha trascinato la squadra di De Boer contro il Feyenoord (2-1), firmando una doppietta. E’ il primo islandese nella storia dell’Ajax

di Stefano Chioffi
ROMA - Il merito è di Louis Van Gaal, diciannove trofei da allenatore e un diploma di insegnante di ginnastica. E’ stato lui a cambiargli la carriera: Kolbeinn Sigthorsson, primo islandese nella storia dell’Ajax, ha avuto come maestro il tecnico olandese, che era andato a scoprirlo quando l’attaccante aveva diciassette anni e giocava a casa sua, nel paese dei ghiacciai e dei vulcani, con la maglia del Kopavogur, piccolo club con uno stadio da 5.000 posti. Era il 2006, Van Gaal lavorava nell’Az Alkmaar. Sigthorsson è uscito dalla sua scuola, prima di legarsi nel 2011 all’Ajax, che ha speso quattro milioni per il suo cartellino. Ha ventitré anni, è nato a Reykjavik il 14 marzo del 1990, ha segnato quattordici gol nei suoi primi due campionati con il club di Amsterdam e oggi ha battezzato la sua terza stagione nei lancieri con una doppietta al Feyenoord: prima un calcio di rigore, poi un colpo di testa magistrale che ha permesso all’Ajax (partito alla conquista del quarto titolo consecutivo) di rovesciare lo 0-1 firmato da Graziano Pellè.

DE BOER E BERGKAMP - Van Gaal è il suo marchio di garanzia. Ora Sigthorsson sta proseguendo la sua crescita con Frank De Boer, un altro discepolo dell’attuale ct della nazionale olandese. Ma Sigthorsson, nell’Ajax, ha trovato anche un altro punto di riferimento: «De Boer mi segue per quanto riguarda la fase tattica, mentre curo l’aspetto tecnico con Dennis Bergkamp», ha raccontato l’islandese sul sito ufficiale dell’Ajax. Sette gol in quattordici presenze nel 2011-12, altri sette in quindici gare nello scorso torneo. Questo è il suo primo campionato da titolare. E’ lui, Sigthorsson, il centravanti scelto da De Boer per il suo 4-3-3. Bojan Krkic, arrivato in prestito dal Barcellona dopo le esperienze faticose nella Roma e nel Milan, si muove sulla fascia destra. Sulla corsia di sinistra invece domina la scena Viktor Fischer, classe 1994, danese, altro talento che ha già richiamato le attenzioni dei grandi club europei, a cominciare dal Bayern Monaco.

L’INFORTUNIO - Sigthorsson ha trovato la strada in salita nell’Ajax. Colpa di un infortunio, di una frattura alla caviglia destra durante la gara del 2 ottobre del 2011 con il Groningen. Una sosta forzata di sei mesi che ha rallentato la sua ascesa. L’Ajax lo aveva acquistato dopo che Sigthorsson (alto un metro e 85 per un peso-forma di 76 chili) aveva raggiunto quota 15 nella classifica dei cannonieri dell’Eredivisie con l’Az Alkmaar. E’ un attaccante che partecipa anche alla manovra, perfetto per il 4-3-3. Domina l’area di rigore, è svelto e furbo, salta bene e colpisce di testa. Elegante e veloce. Con le sue sponde prova a mandare in porta gli esterni e i centrocampisti. Ha un contratto con l’Ajax fino al 30 giugno del 2015: negli ultimi tempi lo ha cercato anche l’Arsenal, però i dirigenti olandesi considerano l’islandese fuori dal mercato. Almeno per questa stagione. Sono tutti convinti che il valore del suo cartellino possa lievitare.

IL PERCORSO - Ha cominciato a divertirsi da bambino nel Vikingur, poi l’ingresso nel settore giovanile del Kopavogur, che nel 2007 l’ha girato all’Az Alkmaar con la benedizione di Van Gaal. Ma a lanciarlo in Eredivisie nel 2010, contro il Nac Breda (1-1), è stato l’allenatore Gertjan Verbeek. Trentadue presenze e quindici reti: cinque delle quali il 29 gennaio del 2011 nella sfida in casa con il Venlo. L’Ajax lo aveva subito bloccato, anticipando le mosse del Borussia Dortmund e del Newcastle. Sigthorsson è il centravanti titolare della nazionale islandese, guidata in panchina dallo svedese Lars Lagerback. Figlio d’arte (il papà Andri ha giocato in passato nel Bayern e nel Salisburgo), l’attaccante dell’Ajax è la stella dell’Islanda insieme con Gylfi Sigurdsson, classe 1989, centrocampista del Tottenham di André Villas Boas.

Tutte le altre news di Talent scout →

Ti potrebbe interessare!

Inserisci Commento

Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

Commenti