Estelle: «Gullit, basta Il matrimonio finito!»

La nipote di Cruyff e terza moglie dell’ex stella del Milan ha chiuso il rapporto con il marito. «Troppe scappatelle...»

martedì 19 giugno 2012

ROMA – Il privato diventa pubblico ed Estelle, nipote di Johan Cruyff e moglie di Ruud Gullit, dopo dodici anni di matrimonio e due figli (Joelle e Maxim) con l’ex stella del Milan, ha detto basta. Il matrimonio è finito. Secondo i giornalisti specializzati della cronaca rosa del quotidiano olandese "De Telegraaf" la terza signora Gullit non sopportava più le scappatelle del marito e alla fine ha deciso: meglio frequentare Badr Hari, un giovane marocchino campione dei pesi massimi di kickboxing, ossia la sua nuova relazione, che sopportare un matrimonio ormai logoro.
 
ESTELLE INFURIATA - Estelle, sotto assalto dei media, ha deciso di giocare in contropiede: «Ruud è troppo impegnato nella sua vita, con le sue storie. Io sapevo tutto. Avevo capito tutto e così ho deciso. Ognuno per la sua strada». Ruud ed Estelle si era sposati nel 2000. All’epoca, lei era molto giovane (23 anni) e aveva conosciuto Ruud anni prima, ancora minorenne. Gullit, invece, aveva già due matrimoni alle spalle e quattro figli. Campione affermato, ricco e attuale commentatore di Sky, Gullit da buon conoscitore delle regole dei media aveva annunciato qualche settimana fa la fine della sua love story dicendo che il suo matrimonio con Estelle si era incamminato sul “sunset boulevard”. Capita nella vita. Poi è toccato a Estelle dare la sua versione alla stampa: «Ruud con i nostri figli è un padre eccezionale, ma non riesce a stare lontano dalle altre donne. La lista è lunga ed è iniziata quando eravamo ancora fidanzati. A tutto c’è un limite». Naturalmente ognuno dei due augura all’altro coniuge di trovare la massima felicità. I rispettivi avvocati sono già all’opera per risolvere la vicenda nella maniera più opportuna. Per entrambi domani è un altro giorno.

Biagio Angrisani
Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

in edicola
Vai alla prima pagina

Adv