Red Bull, tecnici ancora al lavoro

Seconda gara in fumo con cause tecniche per Vettel: problema all'alternatore ancora non risolto al 100%.

mercoledì 12 settembre 2012

VIENNA - Il problema all'alternatore della Red Bull di Vettel non è «ancora risolto al 100%». Lo ha confermato Chris Horner, team principal della scuderia all'emittente austriaca Servus Tv. I tecnici della Renault, che fornisce alla Red Bull i propulsori, sono ancora al lavoro «per evitare che l'inconveniente si ripresenti», ha detto ancora Horner.
Vettel si era ritirato durante il Gp di Monza per il surriscaldamento dell'alternatore. Uno stop imprevisto già capitato in stagione anche durante il Gp di Valencia: anche a causa di questi due stop non previsti il mondiale del pilota campione in carica sembra compromesso, con Alonso ormai distante 39 punti.

PROBLEMI CON CURVE LENTE - «L'alternatore è un elemento fornito dalla Renault», ha proseguito Horner, ricordando come l'azienda fornisca gli stessi componenti anche ad altre scuderie di Formula Uno. Il problema si è presentato su circuiti - Valencia e Monza - con caratteristiche simili, la presenza sul tracciato di curve lente. Rob White,  managing director della Renault, conferma che «Le nostre analisi dopo Valencia hanno individuato potenziali problemi di surriscaldamento a bassi regimi». La Renault adesso avrebbe messo a punto un alternatore revisionato già «testato e provato a Spa dalla Red Bull e dalla Lotus: non ci sono stati problemi», ha aggiunto al magazine Autosport.

Utilizza questa funzione per segnalare il commento ai moderatori.
Quale di queste opzioni descrive meglio la motivazione della segnalazione:

Per commentare, loggati con uno dei servizi disponibili:

in edicola
Vai alla prima pagina

Adv