. Olimpiadi - Corriere dello Sport.it
Olimpiadi
Home
LA STORIA
Ci troviamo in Egitto, per la precisione in una delle tombe (risalente circa al 3000 A.C.) della necropoli di Beni Hasan. Qui, sulle pareti, è possibile notare alcune tra le prime testimonianze codificate di lotta, con riquadri raffiguranti diverse tecniche di combattimento corpo a corpo. Più avanti, la lotta riscuote grande successo nella civiltà ellenica e in quella romana, in cui le sfide tra gladiatori nelle arene sono molto seguite almeno fino al 394, quando l'Imperatore Teodosio, cristiano, sopprime i Giochi Olimpici, attribuendo loro un carattere pagano. Spostandoci più vicini ai nostri giorni, il 20 maggio 1848 viene poi stilato il regolamento ufficiale della lotta greco-romana (con il nome coniato dal lottatore italiano Basilio Bartoletti, per sottolinearne il valore storico) che si differenzia da quella libera perché non permette tecniche di atterramento o ribaltamento che prevedano azioni sulle gambe. E' proprio nella sua versione greco-romana che la lotta debutta ai Giochi Olimpici dell'Era Moderna: siamo nel 1896 ad Atene: a vincere è il tedesco Karl Schumann, fenomenale se si pensa che in quell'edizione riesce a conquistare tre ori anche nella ginnastica. L'Unione Sovietica detiene il primo posto nel medagliere olimpico della disciplina con 60 medaglie, ma grandi successi hanno ottenuto anche Svezia e Finlandia, rispettivamente salite 56 e 58 volte sul podio. Sono sei invece gli ori dell'Italia, due di questi ottenuti proprio a Londra: Enrico Porro (1908, Pesi Leggeri) e Pietro Lombardi (1948, Pesi Mosca). Da citare anche la vittoria di Giovanni Gozzi a Los Angeles 1932 nei Pesi Piuma e la grande doppietta (Los Angeles 1984 e Seul 1988) di Vincenzo Maenza nei Mosca-Leggeri. L'ultima gioia, come vedremo, è arrivata a Pechino. Ai Giochi, la lotta greco-romana non prevede una versione femminile. FORMULA E QUALIFICAZIONI
Come per tutti gli sport di combattimento, a Londra l'appuntamento con la lotta greco-romana sarà all'Excel. Si lotterà con in palio sette medaglie d'oro, in queste categorie di peso: Gallo (fino a 55 kg), Piuma (fino a 60 kg), Leggeri (fino a 66 kg), Welter (fino a 74 kg), Medi (fino a 84 kg), Massimi (fino a 96 kg) e Super-Massimi (fino a 120 kg). Per ottenere la qualificazione ai Giochi, la prima possibilità è data dai Campionati Mondiali di Istanbul, tenutisi da lunedì 12 a domenica 18 settembre 2011: in quell'occasione vengono assegnati 42 posti, sei dunque per ogni categoria. Chi non fosse riuscito a strappare il pass olimpico in quella circostanza, ha avuto a disposizione altri tre tornei nel 2012: quello di Sofia (Bulgaria) dal 18 al 22 aprile, quello di Taiyuan (Cina) dal 25 al 29 aprile e quello di Helsinki (Finlandia) dal 2 al 6 maggio. L'EDIZIONE DI PECHINO 2008
Andrea Minguzzi. E' questo il nome che ha regalato una grande soddisfazione all'Italia. A Pechino, infatti, il lottatore emiliano conquista il sesto oro azzurro nella lotta greco-romana, imponendosi nella categoria dei Medi. Minguzzi riesce a sconfiggere in finale il favorito ungherese Fodor, quando, poco prima, in semifinale si era liberato dello svedese Abrahamian: proprio quest'ultimo, sul podio per la consegna del bronzo, si rende protagonista di un gesto bruttissimo, gettando via la medaglia in polemica con i giudici che avevano assegnato il successo a Minguzzi. Più in generale, la miglior nazione della disciplina a Pechino è certamente la Russia, che conquista tre ori sui sette in palio. Nei supermassimi trionfa invece il cubano Lopez, portabandiera della sua nazione nella sfilata iniziale.
Tetractis Srl

FINALI DI GIORNATA

Finale   Ora
Atletica leggera:Maratona M 12:00
Pallavolo M 14:00
Boxe:Pesi mosca M 14:30
Ciclismo - mountain bike:Cross country M 14:30
Boxe:Pesi leggeri M 14:45
Lotta libera:-66 kg M 15:03
Boxe:Pesi welter M 15:15
Ginnastica ritmica:Concorso a squadre F 15:16
Boxe:Pesi mediomassimi M 15:45
Lotta libera:-96 kg M 15:48
Basket M 16:00
Pallamano M 16:00
Boxe:Pesi supermassimi M 16:15
Pallanuoto M 16:50
Pentathlon moderno:Individuale F 19:01

AZZURRI IN GARA

Elisa Blanchi Ginnastica ritmica
Roberto Cammarelle Boxe
Claudia Cesarini Pentathlon moderno
Sabrina Crognale Pentathlon moderno
Marco Aurelio Fontana Ciclismo - mountain bike
Gerhard Kerschbaumer Ciclismo - mountain bike
Romina Laurito Ginnastica ritmica
Marta Pagnini Ginnastica ritmica
Ruggero Pertile Atletica leggera
Elisa Santoni Ginnastica ritmica
Angelica Savrajuk Ginnastica ritmica
Andreea Stefanescu Ginnastica ritmica

MEDAGLIERE

Nazione Medaglia d'oro Medaglia d'argento Medaglia di bronzo Totale Medaglie
Stati Uniti Stati Uniti 46 29 29 104
Cina Cina 38 27 23 88
Gran Bretagna Gran Bretagna 29 17 19 65
Russia Russia 24 26 32 82
Corea Del Sud Corea Del Sud 13 8 7 28
Germania Germania 11 19 14 44
Francia Francia 11 11 12 34
Italia Italia 8 9 11 28
Ungheria Ungheria 8 4 5 17
Australia Australia 7 16 12 35
Giappone Giappone 7 14 17 38
Kazakistan Kazakistan 7 1 5 13
Olanda Olanda 6 6 8 20
Ucraina Ucraina 6 5 9 20
Nuova Zelanda Nuova Zelanda 6 2 5 13
Cuba Cuba 5 3 6 14
Iran Iran 4 5 3 12
Giamaica Giamaica 4 4 4 12
Repubblica Ceca Repubblica Ceca 4 3 3 10
Corea Del Nord Corea Del Nord 4 0 2 6
Spagna Spagna 3 10 4 17
Brasile Brasile 3 5 9 17
Sudafrica Sudafrica 3 2 1 6
Etiopia Etiopia 3 1 3 7
Croazia Croazia 3 1 2 6
Bielorussia Bielorussia 2 5 5 12
Romania Romania 2 5 2 9
Kenya Kenya 2 4 5 11
Danimarca Danimarca 2 4 3 9
Azerbaijan Azerbaijan 2 2 6 10
Polonia Polonia 2 2 6 10
Turchia Turchia 2 2 1 5
Svizzera Svizzera 2 2 0 4
Lituania Lituania 2 1 2 5
Norvegia Norvegia 2 1 1 4
Canada Canada 1 5 12 18
Svezia Svezia 1 4 3 8
Colombia Colombia 1 3 4 8
Georgia Georgia 1 3 3 7
Messico Messico 1 3 3 7
Irlanda Irlanda 1 1 3 5
Argentina Argentina 1 1 2 4
Serbia Serbia 1 1 2 4
Slovenia Slovenia 1 1 2 4
Tunisia Tunisia 1 1 1 3
Repubblica Dominicana Repubblica Dominicana 1 1 0 2
Trinidad And Tobago Trinidad And Tobago 1 0 3 4
Uzbekistan Uzbekistan 1 0 3 4
Lettonia Lettonia 1 0 1 2
Algeria Algeria 1 0 0 1
Bahamas Bahamas 1 0 0 1
Grenada Grenada 1 0 0 1
Uganda Uganda 1 0 0 1
Venezuela Venezuela 1 0 0 1
India India 0 2 4 6
Mongolia Mongolia 0 2 3 5
Thailandia Thailandia 0 2 1 3
Egitto Egitto 0 2 0 2
Slovacchia Slovacchia 0 1 3 4
Armenia Armenia 0 1 2 3
Belgio Belgio 0 1 2 3
Finlandia Finlandia 0 1 2 3
Bulgaria Bulgaria 0 1 1 2
Estonia Estonia 0 1 1 2
Indonesia Indonesia 0 1 1 2
Malaysia Malaysia 0 1 1 2
Portorico Portorico 0 1 1 2
Taipei Taipei 0 1 1 2
Botswana Botswana 0 1 0 1
Cipro Cipro 0 1 0 1
Gabon Gabon 0 1 0 1
Guatemala Guatemala 0 1 0 1
Montenegro Montenegro 0 1 0 1
Portogallo Portogallo 0 1 0 1
Grecia Grecia 0 0 2 2
Moldova Moldova 0 0 2 2
Qatar Qatar 0 0 2 2
Singapore Singapore 0 0 2 2
Afghanistan Afghanistan 0 0 1 1
Arabia Saudita Arabia Saudita 0 0 1 1
Bahrain Bahrain 0 0 1 1
Hong Kong Hong Kong 0 0 1 1
Kuwait Kuwait 0 0 1 1
Marocco Marocco 0 0 1 1
Tagikistan Tagikistan 0 0 1 1
in edicola
Vai alla prima pagina