Altre Notizie

Vedi Tutte
Altre Notizie

Paralimpiadi, la pasta Barilla per nutrire il sogno degli atleti italiani

Paralimpiadi, la pasta Barilla per nutrire il sogno degli atleti italiani
© Getty Images

L’azienda di Parma prosegue l’esperienza in Brasile al fianco dello sport italiano, come official sponsor dell’Italia Paralympic Team a Rio 2016

 

martedì 6 settembre 2016 17:40

ROMA - Dopo la positiva esperienza alle Olimpiadi, concluse con tante medaglie per i nostri atleti, continua l’esperienza di Barilla in Brasile al fianco dello sport italiano. L’azienda di Parma sarà infatti official sponsor dell’Italia Paralympic Team, in occasione delle Paralimpiadi di Rio 2016 che si svolgeranno dal 7 al 18 settembre. Barilla sarà inoltre tra i fornitori di pasta all’interno di Casa Italia Paralimpica che ospiterà gli atleti italiani presenti in Brasile. Per creare un legame forte con il territorio e abbattere simbolicamente tutte le barriere, la struttura è stata allestita nei locali della parrocchia dell’Imaculada Conceição e diventerà il luogo di ritrovo per atleti, parenti, tifosi azzurri e addetti ai lavori. Proprio qui, tutti potranno gustare piatti a base del simbolo del made in Italy, la pasta, che servirà ad alimentare i sogni dei 101 atleti paralimpici presenti a Rio 2016.  Non è la prima volta che Barilla si avvicina allo sport paralimpico. Basta ricordare l’esperienza di Londra 2012 con il “Barilla Blue Team” che ha visto protagonista Alex Zanardi, membro del diversity Board Barilla.

TRE GRANDI ATLETI - Oltre ad essere sportivi eccezionali, gli atleti paralimpici sono campioni di umanità e coraggio. Per questo Barilla si è voluta legare a tre di loro - la schermitrice Bebe Vio, la centrometrista Monica Contrafatto e il lanciatore Oney Tapia - con una campagna pubblicitaria che sarà “on air” a partire da settembre e che riguarderà stampa, tv e web. I 3 atleti, protagonisti della campagna, hanno storie e percorsi molto diversi ma li accomuna una straordinaria vitalità, energia, passione e fiducia nelle proprie possibilità. Giovanissima schermitrice italiana, a soli 19 anni già campionessa mondiale ed europea di fioretto individuale, Bebe Vio è oggi un personaggio mediatico di rilevanza nazionale. Determinata e ambiziosa in pedana e nella vita, nel 2015 ha fondato insieme alla sua famiglia e con il supporto di Barilla art4sport: ONLUS di sostegno all'integrazione sociale tramite la pratica sportiva di quei bambini che abbiano subìto amputazioni. Nel 2012 vede Martina Caironi vincere l’oro alle Paralimpiadi di Londra e decide di mettersi a correre: a soli 4 anni di distanza Monica Contrafatto è oggi una delle cinque centometriste più forti al Mondo. Con una carriera rapidissima, fatta di sudore e grande sacrificio che l’ha portata a conquistare una fantastica medaglia di bronzo ai recenti campionati europei di Grosseto. Fresco vincitore della medaglia d’oro agli Europei di Grosseto, con annesso primato italiano, Oney Tapia è il nuovo protagonista assoluto dei lanci, settore dell’atletica dove siamo leader anche al femminile con Assunta Legnante. Già al suo esordio in pedana diventa subito primatista italiano nel lancio del disco abbattendo il limite nazionale che resisteva da ben quattordici anni. Nelle ultime due stagioni si è migliora di 10 metri arrivando a 40,26 m, nuovo record tricolore e misura che nel 2015 lo piazza al vertice del ranking mondiale. 

INCLUSIONE E DIVERSITA’ - Uguaglianza, inclusione e diversità sono da tempo parte integrante della cultura, dei valori e del codice etico di Barilla e costituiscono un fattore determinate per il suo modello di crescita e il modo di fare business. Sviluppare il valore di ogni persona, rispettandone l’integrità fisica, culturale e morale, è fondamentale per Barilla il cui obiettivo è diventare un'azienda globale leader per diversità e inclusione. Su questo tema la sfida di Barilla è raggiungere nel 2020 la parità di genere nelle posizioni di leadership: ad oggi l’incidenza delle donne in posizione di leadership è pari al 35%. Recentemente Barilla è stata inoltre nominata come Most Improved Player all’interno della classifica delle aziende che promuovono l’integrazione e l’inclusione sociale della comunità LGBT. Nel 2015, infine, l’azienda ha contributo ad aiutare milioni di persone nel mondo donando quasi 2.800 tonnellate di prodotti (pari a 25 milioni di piatti di pasta) ed è proseguito con l’impegno nel Progetto Colonna Mobile con la Protezione Civile Italiana.

Articoli correlati

Commenti