Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Altri Sport

Vedi Tutte
Altri Sport

Torna in Italia lo spettacolo delle MMA

La quinta edizione dell'evento di MMA (mixed martial arts) si svolgerà sabato 13 giugno al PalaIper di Monza. Diverse le novità: due le discipline “inedite”, la muay thai extreme e la muay kaad chuek, e per la prima volta in questa manifestazione si sfideranno due donne. Ancora protagonisti i cani con "Dogs out of the cage"

 Andrea Ramazzotti

mercoledì 3 giugno 2015 11:25

MILANO - La grande MMA torna in Italia con "Milano in the Cage". L’evento, giunto alla sua quinta edizione, si svolgerà sabato 13 al PalaIper di Monza, e sarà organizzato da "Born to Fight", società nata dalla passione di Claudio Alberton, Boris Viale e Gabriele Vinciguerra con l’obiettivo di promuovere e diffondere l’MMA. Entreranno nella gabbia ottagonale, la più grande d’Europa con i suoi 10 metri di diametro, i più forti atleti di MMA (mixed martial arts) provenienti da tutta Europa. Verranno disputati dieci incontri nei quali sarà possibile ammirare gestualità e tecnica delle cinque discipline sportive essenza dell’MMA: boxe, muay thai, grappling, brazilian jiu jitsu e wrestling. Le tecniche di striking (boxe e muay thai) incontrano così quelle di lotta (grappling, brazilian jiu jitsu e wrestling) in un combattimento che vedrà gli atleti iniziare da una fase in piedi per poi affrontare (eventualmente) quella a terra. Milano in the Cage 2015, però, non sarà soltanto MMA. Per la prima volta infatti "Born to Fight" ha inserito in programma due discipline “inedite”: la muay thai extreme e la muay kaad chuek. La muay thai extreme è una “declinazione” della boxe thailandese praticata con guantini da 4 once; la muay kaad chuek è invece l’antica muay thai in cui gli atleti si confrontavano indossando un guanto in corda con bendaggio morbido di cotone e tapping, dallo spessore di 1 centimetro.

 

I PROTAGONISTI - I gladiatori del terzo millennio, così vengono definiti i professionisti di MMA, sono già pronti ad entrare nell’arena. Sono diversi i nomi che hanno già infiammato il pubblico in passato. Sarà presente al PalaIper il romeno Amansio Paraschiv, campione 2014 di SuperKombat, che incontrerà l’albanese Julian Himeri; l’italiano Luca Tagliarino, il più forte esponente della muay thai, che sfiderà l’altrettanto valido Sam El Bajahoui Abdssamad in un incontro di muay kaad chuek; lo spagnolo Aldo Rodriguez Navas, il campione europeo in carica di muay thai, che entrerà nella gabbia con il rumeno Claudio Istrate, dal forte temperamento e coriaceo, che difficilmente indietreggia quando combatte; l’italiano Marco Manara, che si difende egregiamente sia in piedi sia a terra e che se la dovrà vedere con Valerio Mircea, che invece sferra i suoi colpi migliori a terra; l’azzurro di pugilato Giacomo Amabili che cercherà di prendersi la rivincita sul russo Kirill Kryukov, campione nazionale di sambo. Altra novità di questa edizione 2015 è rappresentata dalle campionesse di kick boxing Patrizia Gibelli e Donatella Panu, prime donne ad entrare nella gabbia di Milano in the Cage.

 

IL FILM - Milano in the Cage 2015 sarà anche il set cinematografico di “The Cage”, film di Fabio Bastianello. Una storia vera, toccante, in cui il protagonista combatterà nella gabbia senza ricorrere ad alcuna finzione tanto che proprio in questi mesi si sta allenando con Claudio Alberton, maestro di MMA e socio fondatore di "Born to Fight".

 

DOGS OUT OF THE CAGE - Gli atleti entrano in gabbia a combattere secondo regole scritte e riconosciute a livello mondiale, i cani rimangono fuori dalla gabbia ad aspettare il proprio padrone alla fine dell’incontro. Anche questo è Milano in the Cage, ovvero una importante vetrina di sensibilizzazione sul maltrattamento e i combattimenti clandestini tra cani. Uno stand dedicato alla raccolta di fondi da destinare a canili o associazioni animaliste che si occupano di cani abbandonati dopo i combattimenti sarà posizionato all’interno del Palazzetto.

Per Approfondire

Commenti