Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Altri Sport

Vedi Tutte
Altri Sport

Casella ancora campione del mondo

Casella ancora campione del mondo

Il fighter romano della Sap ieri sera ha battuto l'inglese Lawrence Smithen e ha conquistato il titolo del mondo WMO di Muay Thai al primo tentativo. Grande entusiamo per lui al Pala Atlantico.

Sullo stesso argomento

 Andrea Ramazzotti

domenica 30 aprile 2017 11:52

MILANO - Ieri notte Gabriele Casella ha conquistato il titolo del mondo WMO di Muay Thai contro l'inglese Lawrence Smithen della scuola Kiatphontip Gym. Il campione del Team Liberati, nonché atleta di punta della FIKBMS (Federazione Italiana Kickboxing Muay Thai Savate Shoot Boxe) e della Sap, è riuscito ad avere la meglio sull’ostico avversario. Pur prendendo sempre l'iniziativa e spingendo l'avversario all’angolo, Casella nei primi tre round ha dovuto “prendere le misure” per penetrare la guardia non ortodossa dell'inglese mancino. Nelle ultime due riprese Casella ha spinto sull'acceleratore, piazzando colpi di gomito e di ginocchio che hanno messo in seria difficoltà l'avversario, fino al punto da obbligare l'arbitro a "contarlo". Il verdetto della giuria internazionale (composta da un thailandese, un italiano ed un inglese) è stato unanime nell'assegnare la cintura del titolo mondiale al "The Magnificent". Durante la premiazione Casella ha preso il microfono e ha citato un famoso aforisma di Gandhi :"Chi combatte sul ring lo fa anche nella vita".

CHE ENTUSIASMO - Il match si è svolto nel corso della sesta edizione di “Amazing Thailand Fighting Spirit”, l’evento internazionale di Muay Thai che ospita i più forti atleti del circuito mondiale, in un Pala Atlantico gremito da migliaia di giovani fan (molti venuti apposta per Gabriele) come in un concerto rock, con tante persone rimaste fuori senza biglietto. E’ il secondo titolo del mondo da professionista per Casella che è diventato campione “al primo tentativo”, come accaduto per il titolo mondiale di WakoPro di K1 dello scorso anno e per gli altri non professionistici. La vittoria ha un sapore speciale per il fighter romano perché ottenuta nella sua città e davanti al suo pubblico, con il sostegno di campioni amici come Giovanni De Carolis, Luca Anacoreta, Mattia Faraoni e Michele Verginelli. Di recente il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha conferito a Casella l'onorificenza al merito sportivo per i risultati conseguiti e per l’impegno profuso nel sociale. Numerosi gli attestati di stima e i complimenti arrivati da atleti di fama mondiale nei confronti del neocampione italiano che ora guarda alle prossime Olimpiadi, in cui dovrebbe essere finalmente ammessa una delle discipline in cui combatte. Tra i primi a congratularsi il campione del mondo di pugilato Giovanni De Carolis, con cui Casella fa i guanti per allenarsi nelle tecniche di braccia: “E’ incredibile questo risultato nella Muay Thai - ha detto - e Gabriele si meritava il titolo anche per il modo in cui si è preparato, sul piano fisico e tattico”. L'allenatore Paolo Liberati ha ricordato che “nulla è stato lasciato al caso, compreso il dosaggio delle energie nei primo round per poi esplodere negli ultimi”. L'evento è stato presentato dal direttore tecnico regionale della Federazione italiana Kick Boxing e Muay Thai (Fikbms), Gianluca Colonnese, e patrocinato dalla Fikbms e dalla Reale Ambasciata di Thailandia. Visto il gran seguito in termini di pubblico che ha da sempre riscosso la manifestazione, l’ “Amazing Thailand Fighting Spirit” è stato trasmesso live su SKY “Fight Network”, canale 804 del digitale, e su Dtt Nuvolari.

Articoli correlati

Commenti