Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Altri Sport

Vedi Tutte
Altri Sport

Europei di karate, per l'Italia due ori, due argenti e due bronzi

Europei di karate, per l'Italia due ori, due argenti e due bronzi

Bilancio fantastico per la spedizione azzurra: il trionfo celebrato lunedì prossimo al Coni

 

sabato 6 maggio 2017 20:59

ROMA - E’ stato fin qui un cammino esaltante per gli azzurri del Karate che nella giornata odierna hanno fatto incetta di medaglie ai Campionati Europei in programma a Kocaeli: due ori, due argenti e due bronzi sono finora il bottino azzurro. Il primo italiano a salire sul podio dell’arena turca è Simone Marino che - nonostante la giovanissima età, ha solo 20 anni - conquista la medaglia d’oro nella categoria + 84 kg battendo per 2-0 il turco Erkan.

Grande risultato anche per Luigi Busà (75 kg) che sale sul gradino più alto del podio dopo un’avvincente sfida contro l’ucraino Stanislav Horuna condotta dall'inizio alla fine: il karateka italiano trova un triplice vantaggio prima di subire un ippon a 17" dal termine (3-3), ma la condotta maggiormente aggressiva di Busà si fa preferire rispetto alla prestazione del rivale che alla fine è costretto ad accontentarsi del secondo posto: l’azzurro vince per hentai.

La prima medaglia d’argento della giornata arriva da Sara Cardin che cede di misura contro la turca Tuba Yakan: l'atleta di casa risolve il combattimento in suo favore a 21" dal termine con uno yuko. Il secondo posto della Cardin - alla luce delle sue condizioni fisiche - va comunque considerato come un successo: l'atleta trevigiana aveva saltato la preparazione per un serio problema al polpaccio che aveva messo in dubbio la stessa partecipazione ai campionati Europei.

L’altro argento porta la firma di Viviana Bottaro che - nel kata individuale - viene battuta dalla spagnola Sandra Sanchez (4-1). Sale sul podio anche il kata individuale maschile con Mattia Busato che vince largamente la finale per il bronzo contro lo slovacco Peter Fabian per 5-0. Prima di lui era arrivato un altro bronzo nel kumite (cat 60 kg) con Angelo Crescenzo che si era imposto per 8-5 contro il turco il turco Samdan.

Domani sono in programma altre tre finali nelle prove a squadre: i team maschili e femminili di kata disputeranno le due finali per l’oro, la formazione maschile di kumite gareggerà per il bronzo. Lunedì pomeriggio, alle 16.30, gli azzurri protagonisti nei campionati europei di lotta e karate - al ritorno dalle trasferte in Serbia e in Turchia - saranno ricevuti e festeggiati al Coni dal Presidente del Coni Giovanni Malagò.

Articoli correlati

Commenti