Maratona Roma

Vedi Tutte
Maratona Roma

Maratona di Roma, Calcaterra ne correrà due consecutive

Il 22 marzo il 43enne campione capitolino concluderà la sua prova da top runner e ripartirà subito per una seconda maratona, con l'obiettivo di raggiungere gli ultimi e concludere la prova insieme con loro. Un'impresa da Guinness dei primati

 

mercoledì 18 febbraio 2015 20:28

ROMA - Giorgio Calcaterra è il più famoso ultramaratoneta italiano. Nato a Roma l’11 febbraio 1972, Calcaterra ha un legame con la Maratona di Roma davvero speciale. Nel 1982, a soli 10 anni, ha corso per la prima volta la stracittadina, all'epoca lunga di 11 chilometri, assaggiando parte del percorso. Aveva visto un volantino della gara e gli è scattata la molla: da grande voglio diventare un maratoneta. Nel 1990, a 18 anni, ha corso la sua prima 42k, a Roma ovviamente, finendola in 3:29. Da lì in poi la sua vita è stata la corsa, sempre più lunga e di successo. Nel 2000, oltre a fissare il suo personale sulla distanza (2:13:15), ha stabilito il primato mondiale di maratone corse in un anno sotto le 2:20:00, chiudendone 16. Nel 2004 ha completato 30 maratone e 1 ultramaratona. Dal 2006 al 2014 si è dedicato alle ultramaratone, laureandosi tre volte campione del mondo della 100 chilometri (2008, 2011 e 2012) e vincendo 9 volte il “Passatore”, la 100 chilometri da Firenze a Faenza. Tutto partì dalla Maratona di Roma e Calcaterra ha deciso di onorare l’evento compiendo l’ennesima impresa personale. L’obiettivo è quello di ispirare le persone e incoraggiarle a correre per il proprio benessere.  Il 22 marzo partirà insieme al gruppo di testa con l’obiettivo di chiudere i 42,195 chilometri in 2:30 circa. Arrivato al traguardo, e ricevuta la medaglia del finisher, proseguirà correndo per la seconda volta la Maratona di Roma lungo lo stesso tracciato, incitando e accompagnando tutti i podisti che raggiungerà lungo il percorso per poi chiudere la prova di 84,390 chilometri insieme all’ultimo arrivato. Sarà la prima volta di un runner capace di correre due volte consecutivamente la Maratona di Roma.

Per Approfondire