Golf

Vedi Tutte
Golf

Golf, Ryder Cup: il trofeo in Italia

Golf, Ryder Cup: il trofeo in Italia

Inizia martedì il tour che lo porterà da Roma a Milano e poi a Monza per il 73° Open

Sullo stesso argomento

di Alessandro Lupi

sabato 10 settembre 2016 10:34

ROMA - La Ryder Cup 2022 si giocherà in Italia al Marco Simone Golf & Country Club. Lo ripetiamo con orgoglio da quando, lo scorso dicembre, è stato dato l’annuncio ufficiale. È stato un momento esaltante ma ha rappresentato solo l’inizio di un lungo lavoro di comunicazione. La strada è ancora lunga e dobbiamo aiutare gli italiani a percepire veramente cosa sia la Ryder Cup. Quando ne parlo con chi non è particolarmente appassionato di golf, vedo puntualmente lo stupore e l’incredulità negli occhi di chi si sente dire che si tratta del terzo evento sportivo al mondo dopo Olimpiadi e Mondiali di calcio. Eppure non è una mia discutibilissima opinione. Abbiamo sei anni di tempo per far assimilare il concetto e accrescere l’orgoglio di essere cittadini del Paese ospitante. Tra le varie iniziative poste in essere dalla Federazione, merita attenzione quella che permetterà nei prossimi giorni di vedere dal vivo il trofeo della manifestazione, risalente alla fine degli anni ’20 e uno dei più antichi della storia dello sport moderno.

IN GIRO PER LO STIVALE - Il Ryder Cup Trophy Tour inizierà da Roma martedì 13 settembre. Una cinquantina di “piccoli” golfisti, bambini under 12, saliranno su un autobus scoperto che, insieme al trofeo, li condurrà attraverso i luoghi simbolo della Capitale: Colosseo, Castel Sant’Angelo, Gianicolo, Circo Massimo e Piazza Venezia. Il giorno dopo, mercoledì 14 , il trofeo “volerà” a Milano dove verrà accolto nello splendido scenario del Golf Club Milano a Monza per il 73° Open d’Italia. Prima però farà tappa al Duomo dove curiosi e fans potranno scattare foto ricordo con il trofeo al lato e il celebre monumento meneghino sullo sfondo. La scelta di mostrare il simbolo della Ryder Cup nei giorni del nostro torneo più importante, con una presenza lo scorso anno di 50.000 persone, è di per sé azzeccata, rivolgendosi ai golfisti appassionati ma anche ai tanti non golfisti che approcceranno a questo sport per la prima volta proprio durante l’Open approfittando anche della gratuità dell’ingresso.

TEMPISTICA PERFETTA - Una mano arriva poi dal calendario, che prevede l’edizione 2016 della manifestazione solo pochi giorni più tardi così da tenere vivo l’interesse di chi abbia voglia di scoprire la grandezza dell’evento. Vado all’Open d’Italia per appassionarmi al golf, lì scopro cos’è la Ryder Cup e scatto una foto con il trofeo e il 30 settembre mi sistemo sul divano per guardare in diretta da Hazeltine la sfida tra il team europeo e quello americano e capire veramente di cosa stiamo parlando. Ci può stare, no?

TUTTO SUL GOLF

Articoli correlati

Commenti