Golf

Vedi Tutte
Golf

Golf,  Manovra: arriva la garanzia per la RyderCup del 2022

Golf,  Manovra: arriva la garanzia per la RyderCup del 2022
© ANSA

Previste misure anche per la Coppa del Mondo di sci 2020 e di Sci alpino 2021

 

mercoledì 12 aprile 2017 13:14

ROMA - Con la manovra arriva anche la garanzia per la realizzazione della Ryder Cup di golf che sarà ospitata dall'Italia nel 2022. In arrivo, come si legge nel comunicato finale di Palazzo Chigi, anche "disposizioni per la realizzazione delle finali di coppa del mondo di sci a marzo 2020 e i campionati mondiali di sci alpino che si terranno a Cortina d'Ampezzo nel febbraio 2021".

MALAGO' - "Ryder Cup? Si sono finalmente formalizzati quelli che erano degli impegni presi da molto tempo. Il governo ha mantenuto la parola, sapete benissimo che era solo una dinamica che riguardava l'Esecutivo del Paese, lo sport non può che essere contento". Sono le parole di un soddisfatto presidente del Coni, Giovanni Malagò, a margine della presentazione degli Internazionali d'Italia in merito alla fideiussione per la Ryder Cup inserita nel provvedimento approvato dal consiglio dei ministri.

OCCASIONE DI RILANCIO - Nelle settimane scorse il Ministro dello Sport, Luca Lotti, si era espresso sui benefici legati alla possobilità di ospitare un evento come la Ryder Cup in Italia: «La realizzazione della Ryder Cup in Italia rappresenta una enorme occasione di rilancio del nostro movimento sportivo». ha spiegato Lotti in Commissione Cultura della Camera. «Se l'Italia si dovesse aggiudicare definitivamente la Ryder Cup - ha aggiunto il ministro - l'Italia si aggiudicherà oltre 30 eventi internazionali diretti a promuovere questo sport nel nostro paese. E' un argomento al quale tengo particolarmente e intendo precisare alcuni passaggi che possono aiutare la discussione in corso. Non c'è esborso di denaro da parte dello Stato, ma c'è solo la prestazione di una garanzia statale per copertura dei costi che gravano sulla federazione».

GARANZIE A BASSO RISCHIO - «La garanzia statale da 97 milioni di euro che va fornita per l'organizzazione della Ryder Cup 2022 - ha precisato Lotti - è a basso rischio: i costi stimati, circa 150 milioni di euro, saranno ampiamente coperti dai ricavi che gli organizzatori sono già oggi in grado di quantificare in circa 170 milioni di euro. Sul fronte dei ricavi ci sono i 60 milioni già stanziati dallo Stato e i 4 milioni previsti dal Coni nei prossimi tre anni. Poi vanno considerati i proventi dei contratti di sponsorizzazione, del merchandising e della vendita dei biglietti. E inoltre un'altra parte dei costi verrà coperta con la commercializzazione, anche all'estero, dei diritti radiotelevisivi: per comprensibili ragioni di riservatezza delle trattative in corso, le cifre non sono state ancora dettagliate, ma questo non mi impedisce di assicurare che si sono fatti avanti importantissimi operatori del settore con offerte suscettibili di coprire una grossa parte dei costi». Lotti ha ricordato infine come «il nostro Paese non abbia ancora prestato alcuna garanzia e risulti ad oggi inadempiente. Se tale condizione permarrà, Ryder Cup Europe potrà utilizzare la clausola risolutiva espressa del contratto e assegnare l'organizzazione dell'evento ad Austria, Germania o Spagna».

 

 

Articoli correlati

Commenti