Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Ippica

Vedi Tutte
Ippica

Arrogate, un vero show

Arrogate, un vero show
© PWC

Il favorito domina la prima edizione della Pegasus World Cup, la corsa più ricca del mondo. a Gulfstream Park delude California Chrome, appena nono

Sullo stesso argomento

 

domenica 29 gennaio 2017 00:41

La prima edizione della Pegasus World Cup, la corsa più ricca del mondo grazie al milione di dollari versato da ognuno dei dodici partecipanti, è stata uno “one horse show”. A Gulfstream Park, ippodromo nei dintorni di Miami, il favorito Arrogate (nella foto) ha mandato ko il rivale dichiarato California Chrome, in crisi già sull’ultima curva e poi giustamente risparmiato dal suo fantino in retta d’arrivo, per concludere con quattro lunghezze di vantaggio su Shaman Ghost. Allenato dal top trainer Bob Baffert per il principe saudita Khalid Abdullah, il grigio da Unbridled’s Song è sgabbiato in modo sollecito allo steccato riuscendo a farsi sopravanzare dal solo Noble Bird, mentre all’esterno anche Neolithic precedeva California Chrome, costretto invece ad avviarsi con il numero al largo di tutti. Il ritmo del battistrada non è stato particolarmente sollecito (46”14 il parziale per il mezzo miglio, 1’47”61 il tempo finale sui 1800 metri), ma sulla retta di fronte Arrogate ha piazzato una prima accelerazione devastante, con la quale ha tagliato fuori California Chrome, ed è andato in pressing sui primi due. Sulla curva conclusiva Arrogate ha premuto sull’acceleratore per proseguire in dirittura d’arrivo da dominatore, lanciatissimo verso i 7 milioni destinati al vincitore. Dopo la resa di California Chrome, che chiudeva nono, rinveniva forte Shaman Ghost che toglieva il posto d’onore a Neolithic. Il secondo arrivato appartiene a Frank Stronach, il magnate del galoppo statunitense, ideatore della PWC. Una curiosità: Arrogate, alla sesta vittoria consecutiva dopo il terzo posto all’esordio, ha preso parte alla prova dopo che la sua scuderia aveva rilevato la quota di un altro team che non si era ritrovato con cavalli all’altezza della corsa. Il 4 anni, nei giorni scorsi premiato come il miglior purosangue al mondo nel 2016, rientrava dal successo nel Breeders’ Cup Classic del 5 novembre.

Pegasus World Cup Invitational (gruppo 1, 12.000.000 $, m. 1800 aw): 1. Arrogate (M. Smith), 2. Shaman Ghost, 3. Neolithic, 4. Keen Ice, 5. War Story. Distacchi: 4 – 3½ - 2½. Tot. in Italia 1,47 1,26 24,64 9,49 (27,79) Trio 233,35

Articoli correlati

Commenti