Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Nuoto

Vedi Tutte
Nuoto

Pellegrini: «Emozione Budapest, ora punto a Tokyo»

Pellegrini: «Emozione Budapest, ora punto a Tokyo»
© EPA

La campionessa azzurra: «Il 2017 mi ha emozionato, adesso continuerò fino a Tokyo 2020»

Sullo stesso argomento

 

lunedì 1 gennaio 2018 20:47

ROMA - "Il 2017 mi ha emozionato regalandomi il titolo di campionessa del mondo. Dalla delusione e rabbia (per il quarto posto di Rio, ndr) la gente non mi ha più mollato fino a Budapest 2017. Ho percepito un calore incredibile. Ho trovato l'oro che mi mancava. E ora sono serena". Così la campionessa azzurra Federica Pellegrini, in un'intervista a Sky. "Volevo che fosse proprio così il mio ultimo ricordo nel nuoto, da vincitrice - ha detto ancora la veneta -. Non capita a tutti gli atleti questa fortuna. Un esempio più vicino a me è Gigi Buffon. Poi - ha proseguito - ho deciso di continuare fino a Tokyo 2020 Voglio levarmi qualche sfizio. Vado sui 100 stile, ho sempre avuto il pallino della velocità". Parlando di attualità, Pellegrini ha affrontato il tema delle molestie ammettendo che "si sono anche nel nuoto. Non diventano casi eclatanti perché non riguardano atlete famose". Alle adolescenti, la campionessa ha consigliato di "denunciare subito ogni episodio" e poi ha fatto loro un appello: "Non mandate foto in giro perché non serve a niente. Il vero amore lo troverete tra 20 anni e di sicuro non vi sceglierà per una foto ignuda. Per favore, smettete questo circolo vizioso".

Articoli correlati

Commenti