Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Pugilato

Vedi Tutte
Pugilato

Lomachenko show, Rigondeaux abbandona: il titolo WBO resta all'ucraino

Lomachenko show, Rigondeaux abbandona: il titolo WBO resta all'ucraino
© AP

Il match dura sette round, "Hi-Tech" domina dall'inizio alla fine e costringe alla prima sconfitta da pro il cubano

 

domenica 10 dicembre 2017 14:27

ROMA - Boxe di altissimo livello ieri notte sul ring del Madison Square Garden, tempio newyorkese della 'nobile arte'. In quello che era stato definito "il match dell'anno", l'ucraino Vasiliy Lomachenko (10-1, 29 anni), due ori olimpici in carriera, ha conservato il titolo mondiale Wbo dei leggeri junior battendo il cubano Guillermo Rigondeaux (17-1, 37 anni), anche lui due volte olimpionico, per abbandono all'inizio del settimo round. Lomachenko ha dominato, non dando tregua al rivale, che dalla seconda ripresa è apparso in difficoltà per un problema a una mano. Prima sconfitta in carriera da professionista per Rigondeaux.

"Ho perso, senza scuse - ha detto Rigondeaux nel dopomatch -. Purtroppo mi sono infortunato nella parte superiore della mia mano sinistra nel secondo round e non ho più potuto usarla come volevo. Lomachenko è un combattente molto tecnico, esplosivo e molto bravo. Tornerò a combattere, perchè questo è il mio mestiere però vorrei chiarire che non ho perso perchè lui era più grosso (il cubano era salito di due categorie per fare questo match ndr) ma perchè non ho potuto usare il sinistro come volevo".

"Rigondeaux ha perso - ha detto invece Lomachenko, all'ottava vittoria prima del limite da professionista - ma, onestamente, questo non era il suo peso, quindi non è una grande vittoria per me. Posso affermare che è un buon combattente, ha grandi capacità, mi sono adeguato al suo stile usando i colpi sotto e tutto il resto. Io il miglior pugile di oggi 'pound for pound'? Non sta a me dirlo"

Articoli correlati

Commenti