Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Rugby

Vedi Tutte
Rugby

Clamoroso, uno straniero giocherà nelle Fiamme Oro!

Il XV della Polizia ha annunciato l'ingaggio di un sudafricano: Martin Thomsen. E' la prima volta in 59 anni

 Francesco Volpe

sabato 14 giugno 2014 22:23

Il comunicato è arrivato nel tardo pomeriggio, in punta di piedi. E la notizia nella nota non era neppure in evidenza. In vista della prossima stagione di Eccellenza, le Fiamme Oro di Roma hanno ingaggiato uno straniero! E' sudafricano, si chiama Martin Thomsen e si prepara a vivere la sua quarta stagione italiana dopo due campionati ad Avezzano e uno al Cus Torino, sempre in Serie A (la seconda divisione nazionale). Non era mai accaduto, in 59 anni di storia, che il blasonato XV della Polizia di Stato inserisse nella sua "rosa" un giocatore privo di passaporto italiano. Certo Thomsen svolgerà anche l'incarico di allenatore. Curerà gli skills (la tecnica individuale) dei colleghi della prima squadra e darà una mano al florido settore giovanile cremisi. Resta però il fatto che la scelta ha del clamoroso. Anche perché le Fiamme una buona e promettente apertura ce l'hanno già: Carlo Canna, beneventano di 21 anni. Thomsen verrà tesserato come "esterno" - pratica da tempo utilizzata per i giocatori italiani che non vengono arruolati - e riceverà ovviamente uno stipendio ma, assicurano dal club di Ponte Galeria, non verrà pagato con il denaro dello Stato, bensì impiegando parte del contributo che la FIR destina ai club di Eccellenza. Comunque sia, la novità è destinata a provocare polemiche. E non solo nel mondo del rugby.

Per Approfondire