Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Rugby

Vedi Tutte
Rugby

Italia con Bergamauro e l'incognita piloni

© REUTERS

Tornano il veterano e Venditti, bocciato Orquera, quattro esordienti. Ma in prima linea non sono pochi?

 Francesco Volpe

giovedì 15 gennaio 2015 16:08

Qualche sorpresa e tante conferme. I trenta convocati azzurri per le prime due giornate del Sei Nazioni 2015 non cambiano volto alla Nazionale. Come potrebbero? Le forze in campo sono quelle, difficile inventare campioni da novembre ad oggi. Il c.t. Jacques Brunel si affida all’usato sicuro (Mauro Bergamasco), dovendo rimpiazzare l’infortunato Vunisa, e prova a saggiare la consistenza, tecnica e umana, di qualche giovane (Bisegni, Violi, Visentin). Bocciato Orquera, in decisa involuzione con le Zebre, estremamente ridotto il parco piloni. Noi Cittadini e Rizzo, impiegati con regolarità in Premiership, li avremmo aggregati. Anche perché Aguero è reduce da un infortunio e Castrogiovanni e De Marchi hanno pochi minuti nelle gambe. Rientra nel giro azzurro Venditti, sorprende la conferma di Ragusi, apparso ancora acerbo per questi livelli.

“Mauro Bergamasco e Venditti, rientrato di recente da un infortunio, sono due atleti con alle spalle una solida esperienza internazionale, che potrà tornare di grande utilità al gruppo nelle difficili settimane che ci aspettano: non li abbiamo visti in campo a novembre con Samoa, Argentina e Sudafrica ed è il momento di testarne la condizione al massimo livello” spiega Brunel.

Primo raduno all’Acquacetosa il 25-28 gennaio, poi dall’1 febbraio si comincerà a preparare il debutto con l’Irlanda del 7 all’Olimpico. A tal proposito avrebbe toccato quota 40.000 la vendita dei biglietti, senza considerare i “corporate” e quelli riservati ai tifosi stranieri. Attorno ai 30.000 (l’una) il venduto per le partite interne contro Francia (14 marzo) e Galles (21 marzo).

 

I CONVOCATI

Piloni

Matias AGUERO (Zebre, 29 caps)

Martin CASTROGIOVANNI (Toulon, 107 caps)

Dario CHISTOLINI (Zebre, 5 caps)

Alberto DE MARCHI (Sale, 23 caps)

 

Tallonatori

Leonardo GHIRALDINI (Leicester, 70 caps)

Andrea MANICI (Zebre, 6 caps)

 

Seconde linee

George Fabio BIAGI (Zebre, 3 caps)

Marco BORTOLAMI (Zebre, 110 caps)

Joshua FURNO (Newcastle, 23 caps)

Quintin GELDENHUYS (Zebre, 52 caps)

 

Terze linee

Robert Julian BARBIERI (Leicester, 38 caps)

Mauro BERGAMASCO (Zebre, 100 caps)

Simone FAVARO (Treviso, 23 caps)

Francesco MINTO (Treviso, 11 caps)

Sergio PARISSE (Stade Francais, 108 caps) - capitano

Alessandro ZANNI (Treviso, 86 caps)

 

Mediani di mischia

Edoardo GORI (Treviso, 37 caps)

Guglielmo PALAZZANI (Zebre, 6 caps)

Marcello VIOLI (Calvisano, esordiente)

 

Aperture

Tommaso ALLAN (Perpignan, 10 caps)

Kelly HAIMONA (Zebre, 3 caps)

 

Centri

Giulio BISEGNI (Zebre, esordiente)

Michele CAMPAGNARO (Treviso, 12 caps)

Luca MORISI (Treviso, 9 caps)

 

Ali

Simone RAGUSI (Treviso, esordiente)

Leonardo SARTO (Zebre, 10 caps)

Giovambattista VENDITTI (Zebre, 22 caps)

Michele VISENTIN (Zebre, esordiente)

 

Estremi

Andrea MASI (Wasps, 87 caps)

Luke MCLEAN (Sale, 63 caps)

Non considerati per infortunio: Gonzalo CANALE (La Rochelle), Gonzalo GARCIA (Zebre Rugby), Alberto SGARBI (Benetton Treviso), Samuela VUNISA (Zebre Rugby)

Per Approfondire