Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Rugby

Vedi Tutte
Rugby

Rugby, Italia-Sudafrica: svelata la formazione azzurra

Rugby, Italia-Sudafrica: svelata la formazione azzurra
© ANSA

Per la partita in programma sabato alle 15 il tecnico Conor O'Shea sceglie titolari Esposito e il giovane Licata. Previsto il soldout all'Euganeo di Padova

Sullo stesso argomento

 

giovedì 23 novembre 2017 15:10

ROMA - Il ct dell'Italrugby Conor O'Shea ha ufficializzato la formazione che sabato (ore 15) affronterà il Sudafrica all'Euganeo di Padova nel terzo dei test match degli azzurri a novembre. Si tratta della rivincita della sfida in cui l'anno scorso a Firenze gli azzurri s'imposero a sorpresa, e quindi per gli Springboks, reduci dal successo per 18-17 a Parigi sulla Francia, è l'occasione di una rivincita alla quale tengono particolarmente. Anche da parte del pubblico c'è attesa, visto che si va verso il tutto esaurito nell'impianto padovano, dopo il 'Franchi' fiorentino mezzo vuoto per il match di sabato scorso contro i Pumas dell'Argentina.

FORMAZIONE - Due i cambi al XV titolare apportati dal ct irlandese dell'Italia, per il quale quello di sabato sarà il 17/o test alla guida degli azzurri. Esposito scende in campo dal primo minuto all'ala, in sostituzione di Leonardo Sarto, mentre il baby del gruppo Giovanni Licata, 20 anni, giocherà dal primo minuto con la maglia numero 6, dopo essere entrato a gara in corso a Catania e Firenze, rimpiazzando Francesco Minto, che si accomoderà in panchina. In panchina, rispetto a sabato scorso, O'Shea trova un posto al pilone destro del Benetton Tiziano Pasquali e inserisce anche il flanker delle Zebre Renato Giammarioli, che ancora non ha ottenuto il promo 'cap' della carriera in azzurro. «Le scelte sono sempre difficili per un allenatore - ha detto oggi O'Shea -. Abbiamo voluto confermare il gruppo che ha disputato questo trittico di incontri, inserendo al tempo stesso un po' di freschezza con la scelta di Angelo e Giovanni dal primo minuto. Voglio ringraziare tutti i giocatori che in queste settimane hanno lavorato duramente per preparare queste partite, in particolare Fabiani, Negri e Padovani, che non stati scelti per andare in campo ma non hanno mai fatto mancare il proprio supporto e il proprio impegno in allenamento alla squadra».

RIVINCITA - Italia e Sudafrica tornano ad affrontarsi a un anno esatto di distanza dalla storica vittoria italiana al 'Franchi'. Sarà anche il 14/o scontro diretto tra gli azzurri e i due volte campioni del mondo. C'è un precedente a Padova, di tre anni fa, quando gli Springboks batterono l'Italia per 22-6.

Articoli correlati

Commenti