Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Rugby

Vedi Tutte
Rugby

Rugby Sei Nazioni, l'Italia sfida la Francia dell'ex Brunel

Rugby Sei Nazioni, l'Italia sfida la Francia dell'ex Brunel
© Bartoletti

Il tecnico degli azzurri O'Shea rende ufficiale la formazione che sfiderà i transalpini: tre cambi rispetto alla gara con l'Irlanda

 

mercoledì 21 febbraio 2018 15:39

ROMA - Il ct della Nazionale italiana di Rugby, Conor O'Shea, ha ufficializzato la formazione che venerdì 23 febbraio affronterà a Marsiglia la Francia guidata dall'ex tecnico azzurro Jacques Brunel, nella terza giornata del 6 Nazioni. Tre i cambi rispetto alla squadra scesa in campo a Dublino contro l'Irlanda due settimane fa: confermate in blocco la linea dei trequarti e la mediana, nel pacchetto di mischia vengono riproposti dal primo minuto Leonardo Ghiraldini come tallonatore e Andrea Lovotti come pilone sinistro, con Bigi e Quaglio pronti a fare il proprio ingresso nella ripresa. Maxime Mbandà, con la maglia numero 7, è per la prima volta titolare nel torneo. In panchina ritrova spazio il seconda linea George Biagi, con Ruzza spostato a terza linea.

O'SHEA - «Abbiamo un gruppo giovane, che impara partita dopo partita. Sapevamo che le prime due gare contro Inghilterra e Irlanda sarebbero state molto dure, ma c'è molto di positivo nelle nostre prestazioni. Ma abbiamo sbagliato molte cose che avremmo potuto controllare, un errore da non ripetere contro la Francia». Il ct dell'Italrugby spiega al Porto Vecchio di Marsiglia le proprie scelte in vista della terza giornata del NatWest 6 Nazioni . «Ho molta fiducia nei nostri trequarti, confermati integralmente per la terza partita di fila, ma più in generale credo moltissimo in questo gruppo e nel percorso che stiamo facendo insieme. Un anno fa la profondità e la competizione interna su cui possiamo contare oggi erano totalmente diverse, e spero tutti nell'ambiente vedano i grandi progressi che stiamo facendo con Benetton e Zebre - ha detto il coach azzurro - A Dublino nel primo tempo non abbiamo fatto quello che avevamo previsto, ma è importante per noi questo venerdì imparare dai nostri errori e far vedere il nostro piano di gioco, mettere in mostra il nostro rugby per tutta la partita. Alla fine vedremo il risultato». «La Francia è una squadra molto forte, insieme all'Inghilterra è la Nazionale con la maggiore profondità di scelta e basta vedere la formazione annunciata da Brunel per rendersene conto. Per noi la gara di venerdì è una nuova opportunità: nelle prime due giornate abbiamo segnato cinque mete, costruito molte altre occasioni».  «Dobbiamo non pensare alla Francia, concentrarci su noi stessi e mi auguro riusciremo a offrire a noi stessi ed ai nostri fans una prestazione di cui andare fieri»,conclude O'Shea.

FORMAZIONI - Minozzi, Benvenuti, Boni, Castello, Bellini, Allan, Violi, Parisse, Mbandà, Negri da Oleggio,Budd, Zanni, Ferrari, Ghiraldini, Lovotti. A disposizione: Bigi, Quaglio, Pasquali, Biagi, Ruzza, Gori, Canna, Hayward. Questo invece il XV francese: Bonneval, Fall, Bastareaud, Doumayrou, Grosso, Beauxis, Machenaud, Tauleigne, Camara, Lauret, Vahaamahina, Gabrillagues, Slimani, Guirado, Poirot.

Articoli correlati

Commenti