Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Sei Nazioni

Vedi Tutte
Sei Nazioni

Rugby 6 Nazioni: Italia-Scozia 20-36, azzurri surclassati

Rugby 6 Nazioni: Italia-Scozia 20-36, azzurri surclassati
© ANSA

Troppi errori sia in attacco che in difesa. Avversari dominanti sui calci piazzati. Parisse il migliore in una Nazionale sottotono

Sullo stesso argomento

 

sabato 27 febbraio 2016 17:29

ROMA - Reazione tardiva dell'Italia che perde 20-36 contro la Scozia nel 3° match del 6 Nazioni. Gli azzurri non sono mai riusciti a imporre il proprio gioco. Grande sofferenza fin dall'inizio. Troppi errori nella metà campo offensiva. Un'Italia ancora acerba dal punto di vista difensivo si fa schiacciare dagli scozzesi. Parisse migliore in campo per la Nazionale e probabilmente l'unico a salvarsi da questa meritata sconfitta. Laidlaw vero man of the match con 3 trasformazioni e 4 calci di punizione messi a segno. Ora mancano all'appello i match contro Galles e Irlanda, nettamente favorite contro gli azzurri. 

ITALIA-SCOZIA 20-36: IL TABELLINO DELLA GARA 

LA PARTITA - Gli azzurri partono bene andando in vantaggio con il calcio piazzato di Haimona, ma presto gli scozzesi prendono il sopravvento: meta di Barclay al 10' e conseguente trasformazione di Laidlaw, passano 7 minuti e Hardie mette a segno un'altra meta. Laidalw trasforma la seconda conversione e la Nazionale và in svantaggio per 3-14 dopo nemmeno un quarto di gara. Troppi blaccaggi sbagliati per l'Italia, è stato facile per gli avversari trovare un buco nello schieramento. Al 25' la debacle sembra consumata: calcio piazzato del solito Laidlaw e vantaggio a più 14. Pochi minuti più tardi, però, gli azzurri regiscono e Ghiraldini segna una meta che dà ossigeno; secondo calcio piazzato di Haimona e l'Italia và a meno 7 dopo aver sfiorato la figuraccia. Il primo tempo si chiude con Greig Laidlaw che sbaglia un difficile calcio piazzato.

IL SECONDO TEMPO - I primi punti della ripresa sono della Scozia: Laidlaw trsforma un calcio piazzato portando il risultato sul 10-20 per gli ospiti. L'azzurro Haimona risponde al 50' con un semplice penalty da posizione ravvicinata, ma al 54' il cecchino Laidlaw trasforma il 4° calcio piazzato della sua partita riportando a 10 le lunghezze di distanza tra le due rappresentative nazionali. Laidlaw non sbaglia nemmeno il suo settimo penalty: lo shooter scozzese trova i due pali dai 44 metri: un solo errore per lui in tutta la partita, tra l'altro da posizione proibitiva. Al '62 Fuser ridà speranze all'Italia con una meta e gli azzurri hanno la possibilità di sfruttare anche la superiorità numerica per 8 minuti dato che lo scozzese Russell è stato ammonito. Haimona centra i pali nella conseguente trasformazione e la Nazionale accorcia le distanze a 6 punti con ancora 17 minuti sul cronometro tutti da giocare. Ancora Laidlaw mette a segno un calcio di punizione al 65', ma gli azzurri non mollano e si portano a pochi metri dalla linea di meta grazie al capitano Parisse. L'Italia perde la possibilità di continuare a pressare la Scozia nella propria metà campo perdendo un pallone dolorosissimo che riconsegna agli avversari il controllo della gara nel miglior momento azzurro. Quando mancano 5 minuti al termine la Nazionale riesce a riportarsi in avanti e a riguadagnare la superiorità numerica dopo l'ammonizione di Nel. Le speranze dell'Italia vengono definitvamente bruciate dalla meta di Seymour che al 79' porta la Scozia in vantaggio di 14 punti con Laidlaw che converte la 3ª trasformazione della sua partita.

TUTTE LE NOTIZIE DEL 6 NAZIONI

Articoli correlati

Commenti