Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Sei Nazioni

Vedi Tutte
Sei Nazioni

Sei Nazioni: O'Shea ne chiama 26 per la sfida con l'Irlanda 

Sei Nazioni: O'Shea ne chiama 26 per la sfida con l'Irlanda 
© ANSA

Gori: «Dobbiamo limare gli errori per essere più competitivi»

 

martedì 6 febbraio 2018 20:47

ROMA - Una doppia sessione di lavoro sul campo ha chiuso la preparazione in Italia della nazionale di rugby che sabato 10 febbraio sarà impegnata a Dublino contro l'Irlanda nella seconda giornata del 6 Nazioni. La sfida dell'Aviva Stadium è in programma alle 14.15 locali (15.15 in Italia). Al termine dell'allenamento il ct Conor O'Shea ha convocato 26 giocatori e rilasciato ai rispettivi club e franchigie di appartenenza George Biagi, Giulio Bisegni, Renato Giammarioli, Giovanni Licata (infortunato) ed Edoardo Padovani.

Questi i convocati: Ferrari, Lovotti, Pasquali, Quaglio, Riccioni, Bigi, Ghiraldini, Fabiani, Budd, Ruzza, Zanni, Mbandà, Negri da Oleggio, Parisse, Steyn, Gori, Violi, Canna, Allan, McKinley, Bellini, Benvenuti, Boni, Castello, Hayward, Minozzi. "Abbiamo dimostrato di poter essere una squadra difficile da affrontare - ha detto Edoardo "Ugo" Gori, subentrato nel secondo tempo contro l'Inghilterra al posto di Marcello Violi -. Siamo stati in partita per gran parte del match. Non ci accontentiamo, è chiaro: ci sono cose positive ma dobbiamo tenere ben chiare in testa gli aspetti negativi della partita. A partire dal risultato: vogliamo essere sempre più competitivi e per farlo dobbiamo migliorarci. Il lavoro delle Accademie sta dando i suoi frutti - conclude il mediano azzurro - Abbiamo giovani di grande talento che sono il futuro dell'Italia e che già ora stanno mostrando le loro qualità".

Articoli correlati

Commenti