Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Sci, discesa libera Cortina: sorpresa Siebenhofer, sesta Marsaglia
© Getty Images
Sci
0

Sci, discesa libera Cortina: sorpresa Siebenhofer, sesta Marsaglia

L'austriaca precede tutte sul traguardo dell'Olympia delle Tofane. Lindsey Vonn, al rientro dopo l'infortunio, chiude tra le prime 15

CORTINA D’AMPEZZO – Una giornata spettacolare sull’Olympia delle Tofane, una delle piste più leggendarie del Circo bianco. C’era attesa per il rientro di Lindsey Vonn, dopo oltre sei settimane dall’infortunio al ginocchio. Trionfa l’austriaca Ramona Siebenhofer, che raccoglie il primo successo in Coppa del Mondo di sci.

LA PISTA – Una nevicata nella notte costringe la FIS ad abbassare la partenza. Le atlete devono trovare nuova sensibilità sotto ai piedi rispetto alle prove cronometrate del giovedì. Spianati il salto Duca d’Aosta e i dossi dello Scarpadon.

LA GARA – Apre le danze Viktoria Rebensburg, che però resta al corner del leader solo per pochi minuti, fino a che non scende Ilka Stuhec. La slovena porta fuori da ogni curva tanta velocità e lascia scorrere alla grande gli sci nella parte finale. Arriva con mezzo secondo di vantaggio al traguardo e si accomoda al primo posto provvisorio. Al cancelletto di partenza si presenta Nicole Schmidhofer, col pettorale rosso di leader della classifica di discesa libera, ma non tiene testa a Ilka Stuhec e chiude la gara dodicesima. La slovena si preoccupa (e non poco) quando scende Stephanie Venier: l’austriaca vola, scorre leggera sugli sci e viene tradita solo dal cronometro. Sei centesimi di ritardo. Stesso problema per Corine Suter: l’elvetica fa tutto alla perfezione, ma è dietro la Stuhec di sette centesimi.

CAMBIA TUTTO - La neve fredda della mattina si scalda e le atlete dopo il numero 15 scorrono con più scioltezza. La prova è la discesa di Ramona Siebenhofer, che brucia tutte le altre concorrenti e taglia il traguardo con 40 centesimi di vantaggio. Nessun’altra atleta riesce a fare di meglio: l’austriaca vince la sua prima gara in Coppa del Mondo di sci e sale al terzo posto nella classifica di specialità.

FINITA L’ATTESA Lindsey Vonn torna in pista a sei settimane di distanza dall’infortunio al ginocchio. La statunitense, però, sbaglia nella parte iniziale e perde il treno delle più veloci. Chiude al quindicesimo posto. “Speravo di andare più forte – ha dichiarato ai microfoni di Rai Sport -. Ho fatto un errore che mi è costato tanto, ma ho lavorato tanto da novembre e questo è stato un buon rientro. Nei prossimi giorni attaccherò di più e farò meno errori. Punto al podio”.

L’ITALIA – Sorriso amaro per Nicole Delago, prima virtualmente fino all’ingresso della Variante del Rumerlo: l’azzurra attacca ad ogni porta, ma una spigolata la manda fuori pista: “Mi sono scomposta e non avevo più linea, ho perso il controllo e non avevo più possibilità di rientrare”. Nello stesso punto della pista esce anche Elena Curtoni. Soddisfazione, invece, per Francesca Marsaglia: dopo un anno e mezzo di sofferenze, la romana trova uno splendido sesto posto, che riscatta i tre interventi chirurgici. Deve rimandare i festeggiamenti per il primo podio in carriera, ma è doveroso sorridere e complimentarsi con l’azzurra. “Mi sto divertendo e ho trovato un feeling particolare con la discesa. Non ho pensato a nulla, solo ad arrivare in fondo il prima possibile”.

LO SHOW CONTINUA – Nella giornata di sabato, in programma un’altra discesa libera. Questa volta, però, si partirà da più in alto. Sarà la vera Olympia delle Tofane. In attesa del SuperG della domenica, dove rientrerà anche Mikaela Shiffrin.

Vedi tutte le news di Sci

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti