Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Basket

Vedi Tutte
Basket

Gomma riciclata, il campo da gioco, fa parte del gioco

Gomma riciclata, il campo da gioco, fa parte del gioco

Il metodo Ecopneus nel Basket

 

martedì 8 novembre 2016 10:06

La gomma riciclata dei pneumatici a fine vita sta avendo da diversi anni molteplici applicazioni nello sport. Nel basket il materiale ottenuto dal riciclo dei pneumatici fuori uso (PFU) lo troviamo in due principali scenari. I cestisti che giocano sul classico campo in parquet hanno spesso sotto lo strato in legno un “tappetino” realizzato con gomma riciclata con la funzione di elasticizzare lo strato superiore in legno e di migliorare il comfort acustico dell’impianto sportivo assorbendo i rumori del gioco. Grazie alle proprietà della gomma infatti i suoni e le vibrazioni causate dal gioco su parquet vengono assorbite e ridotte. Altra soluzione è quella di realizzare un manto “colato in opera”, cioè applicare la soluzione direttamente sul posto e rifinirla con un’apposita copertura acrilica colorata che riproduca anche le linee da gioco. In questo modo il manto steso a terra è un’unica superficie senza giunture, adatta anche per impianti outdoor e quindi con ogni condizione climatica, e rigenerabile con costi contenuti.

Le miscele utilizzate per il manto superficiale sono concepite per ottenere l’assorbimento degli urti e ottimizzare il ritorno dell’energia elastica impressa al campo da gioco dai salti e dalla corsa dell’atleta, migliorando complessivamente la prestazione sportiva attenuando l’affaticamento muscolare e prevenendo i microtraumi articolari. La gomma riciclata dai PFU viene in aiuto degli sportivi anche nello streetball, il basket giocato 3 contro 3 con un solo canestro, nato nelle strade degli Stati Uniti. Stendendo dei materassini prefabbricati in gomma è possibile formare un’area su cui posare dei pannelli ad incastro per rivestire il campo da gioco.

Gomma riciclata, il campo da gioco, fa parte del gioco

Ecopneus è la società consortile senza scopo di lucro tra i principali responsabili della gestione dei Pneumatici Fuori Uso in Italia, dovendone gestire circa il 70% del totale nazionale ossia mediamente 250.000 tonnellate ogni anno. Nello sport e in molti altri ambiti, l’uso dei materiali derivati dal recupero dei PFU consente sia un notevole vantaggio ambientale perché si riducono i consumi di materie prime utilizzando invece un materiale riciclato, sia un vantaggio economico perché spesso questi materiali possono essere utilizzati in sostituzione di altri più costosi. Nello sport le prestazioni dei PFU sono ottimali per risposta elastica, resistenza alle condizioni metereologiche più avverse e per capacità di assorbimento degli urti.

Articoli correlati

Commenti