Basket

Vedi Tutte
Basket

Basket A2 - Il pienone per Virtus-Eurobasket, un valore per Roma

Basket A2 - Il pienone per Virtus-Eurobasket, un valore per Roma
© CIAMILLO-CASTORIA

Ben 2719 spettatori al Palazzetto dello Sport per il derby tra Virtus Roma e Eurobasket. Gli appassionati hanno riscoperto il fascino della rivalità cittadina

Sullo stesso argomento

 di Leandro De Sanctis

martedì 29 novembre 2016 00:37

ROMA - Domenica pomeriggio a Roma è successo qualcosa che merita di essere sottolineato. Il Palazzetto dello Sport di piazza Apollodoro 10 si è quasi riempito per il derby tra Virtus Roma ed Eurobasket, vinto dalla matricola di un sol punto (80-79) con un canestro di Deloach a 2 secondi dalla fine.
Roma è abituata ai palasport affollati per il basket, ma di nuovo c’è che stavolta si giocava un derby di Serie A2 e il dato del pubblico registra 2719 spettatori. Per una città che si dice interessata allo sport solo per l’alto livello e quando la squadra del cuore vince, non c’è male. Forse se il palazzetto di riempie per un derby “minore” vuol dire che la passione per il basket va perfino oltre la categoria in cui si gioca, oltre le ambizioni delle società. Vive dell’amore puro e semplice per lo sport, per il piacere che dà assistere dal vivo ad una partita. Il pienone del derby fa tornare in mente, per il valore della...romanità, l’epoca d’oro del basket romano e la chiave di lettura che i campioni dell’epoca Virtus (Banco)Roma davano, da Roberto Castellano ad Enrico Gilardi, da Fulvio Polesello a Stefano Sbarra offrivano per spiegare il successo e il seguito di quella squadra che arrivò allo scudetto. Il legame della squadra con il territorio, con i quartieri da cui partivano migliaia di tifosi per andare al PalaEur a tifare i propri beniamini. Roma vive di calcio ma ama e segue (o seguirebbe) anche basket e volley, indipendentemente da tutto. E la presenza in contemporanea di Virtus ed Eurobasket, è un bene per il basket e per lo sport capitolino. Un bene da valorizzare e tutelare. Per non smobilitare e ripartire.

Articoli correlati

Commenti