Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Champions League

Vedi Tutte
Champions League

Champions FIBA, Venezia torna al successo: battuto il Rosa Radom

Champions FIBA, Venezia torna al successo: battuto il Rosa Radom
© CIAMILLO

I campioni d'Italia giocano un ottimo secondo tempo e battono i polacchi 81-71

 

martedì 24 ottobre 2017 20:36

ROMA - Secondo successo in Champions League per la Reyer Venezia che in trasferta batte la formazione polacca del Rosa Radom 81-71. Gli orogranata, guidati da Peric (16 punti) e da Bramos (13 punti), dopo un avvio in salita, hanno accorciato le distanze nel secondo quarto e piazzato il colpo del sorpasso nel terzo  grazie alla difesa a zona e ai canestri di Peric, Orelik (11 punti con 3/5 da tre) e Johnson (11 punti). Nel finale poi grazie alle giocate muscolari di Watt è arrivato l'allungo decisivo che ha spento le resistente del Rosa Radom a cui non sono bastati i 17 punti di Auda e i 16 di Punter. 

PROGRESSIONE - Primo quarto da dimenticare per gli orogranata che tirando con 2/15 dal campo e perdendo 5 palloni finiscono a -16 (22-6) sotto i colpi di uno scatenato Auda (8 punti nei primi 10 minuti). La musica cambia decisamente in avvio di seconda frazione, quando i lagunari tornano in campo con rinnovata aggressività e piazzano un parziale di 19-5 agevolato da cinque triple piazzate in un fazzoletto di pochissimi minuti che vale il -2 (27-25). L'ex Pesaro Harrow e Auda, nel momento di massima difficoltà dei padroni di casa, si caricano sulle spalle l'attacco del Rosa Radom e lo riportano a +10 (35-25). Ancora una volta però Venezia ha il merito di non sprofondare e pian piano risale la china grazie all'ottimo contributo della panchina. A fine primo tempo Johnson ha addirittura nelle mani la bomba del sorpasso ma il suo tiro si spegne sul ferro (39-37). I lagunari riescono comunque a coronare il loro lungo inseguimento a metà del terzo quarto quando Bramos mette a segno la tripla del -1 e pochi stanti più tardi in contropiede Peric sigla il layup del 46-45. Una volta conquistato il vantaggio gli ospiti riescono a mantenerlo e addirittura mettono a segno l'allungo decisivo a 5' dalla fine grazie all'ennesima tripla di Johnson e a due giochi da tre punti di Watt che permettono alla Reyer di scollinare le 10 lunghezze di disavanzo e limitarsi a gestire nel finale.

ORLANDINA KO - Non è andata bene invece all'Orlandina che in casa è stata sconfitta 63-58 dal PAOK SAlonicco guidato al successo da Lucky Jones (17 punti e 11 rimbalzi). La formaziomne ellenica ha a lungo guidato ritmi e punteggi andando persino negli spogliatoi con un vantaggio in doppia cifra (32-19). Nello spicchio finale del match l'Orlandina, spinta da Edwards (11 punti) e Kulboca (15), è riuscita a ridurre il passivo e ha addiritura mancato il canestro del pareggio non riuscendo poi ad imporsi allo sprint. 

Articoli correlati

Commenti