Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Eurolega

Vedi Tutte
Eurolega

Eurolega, Milano attesa dalla trasferta di Valencia

Eurolega, Milano attesa dalla trasferta di Valencia
© EB via Getty Images

Stasera alle 20.45 i biancorossi affrontano i campioni in carica della Liga. Out Bertans e Pascolo. Esordio per Jerrells

 

mercoledì 15 novembre 2017 16:38

ROMA - Esame di spagnolo per l'Armani Exchange Milano che questa sera in Eurolega affronta in trasferta nel primo dei due appuntamenti europei settimanali il Valencia capoclassifica della Liga insieme al Real Madrid. i biancorossi, che devono assolutamente invertire il trend negativo che li ha visti nettamente sconfitti contro Maccabi e Zalgiris, non potranno contare su Dairis Bertans - messo ko da un guaio muscolare alla coscia sinistra - e Davide Pascolo, ma potranno fare affidamento su Curtis Jerrells che questa sera tornerà a vestire la casacca dell'Olimpia dopo due stagioni. Nelle file del Valencia, attualmente nono in Eurolega con all'attivo tre successi, mancheranno invece tre giocatori importanti come Diot, Williams e Vives, mentre dovrebbe ritornare abile arruolato il belga Sam Van Rossom che ha militato nell'Olimpia dal 2008 al 2010. 

ASPETTO MENTALE - Il calore del pubblico valenciano è senza dubbio un ostacolo in più da affrontare per Milano e un'arma a disposizione degli iberici. Coach Pianigiani non vuole però lasciare nulla al caso e ha chiesto ai suoi ragazzi una prestazione intensa soprattutto in difesa e li ha messi in guardia sulla pericolosità degli avversari: «Ovviamente non è la partita perfetta per ripartire dopo la sconfitta con lo Zalgiris perché Valencia ha un fattore campo tra i più importanti in Europa ed è dotata di valori tecnici innegabili. Lo scorso anno è stata finalista e a lungo dominatrice dell’Eurocup, ha vinto il campionato spagnolo e lo comanda anche in questa stagione. Come squadra vale il Real Madrid o il Barcellona, ha tanti elementi che giocano assieme da anni pur avendo cambiato in estate la guida tecnica, tanti elementi che possono segnare e lunghi che assicurano solidità interna e un giocatore come Dubjevic che è pericoloso sia da fuori che spalle a canestro. In più hanno una difesa tra le migliori che in casa è spesso al meglio: il campo di Valencia è uno dei più difficile da espugnare. Ma sapevamo che l’EuroLeague è questa, che può capitare di giocare buone partite come abbiamo fatto e perdere comunque. E’ importante mantenere la barra dritta e non perdere mai fiducia, com’è successo invece contro Kaunas. L’obiettivo è rimanere aggrappati alla partita, per poi cercare finalmente di strappare una vittoria esterna. Dobbiamo alzare il livello di combattività difensiva, nonostante gli acciacchi, ripartendo dai buoni segnali di Trento dove abbiamo giocato con il desiderio di competere e difendendo forte. Quello che dobbiamo fare lo abbiamo chiarito fin dall’inizio: pensare solo a competere, migliorare e dare il meglio di noi stesso per poi scoprire con il tempo dove saremo e dove potremo arrivare. Jerrells è fermo da un mese e non ha il ritmo gara o tanti minuti nelle gambe ma ci sarà».

Articoli correlati

Commenti