Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Eurolega

Vedi Tutte
Eurolega

Eurolega, Milano cerca il tris contro l'Olympiacos

Eurolega, Milano cerca il tris contro l'Olympiacos
© LaPresse

I lombardi alle 20.45 puntano al terzo successo continentale consecutivo contro i greci. Tante assenze per entrambe le formazioni

 

giovedì 23 novembre 2017 15:10

ROMA - L'Armani Exchange Milano, dopo la sconfitta rimediata in campionato contro Avellino, torna in campo questa sera alle 20.45 al Forum per affrontare, alla ricerca del terzo successo in Eurolega consecutivo, l'Olympiacos che al momento si trova in vetta alla classifica in coabitazione con il CSKA a quota sei vittorie. Entrambe le formazioni avranno però le rotazioni accorciate visto che ai padroni di casa mancheranno l'ex di giornata Patrick Young, Andrew Goudelock e i nazionali Fontecchio e Abass, mentre l'Olympiacos dovrà fare a meno del fuoriclasse Vassilis Spanoulis e di Agravanis e Tillie. In forse fino all'ultimo nelle file degli ospiti, invece, Vangelis Mantzaris e Nikola Milutinov che durante la settimana sono stati alle prese con diversi acciacchi. Milano e l'Olympiacos si sono affrontati per 14 volte nella storia di Euroleague e i greci si sono imposti in dieci occasioni. Lo scorso anno però al Forum a vincere fu l'Olimpia che si impose per 99-83. 

ORGOGLIO - «La nostra situazione d'emergenza continua - ha spiegato coach Simone Pianigiani presentando la gara - anche al di là delle assenze pesanti perché ci portiamo dietro le scorie di tre partite giocate in cinque giorni con anche quattro supplementari. Ci troveremo di fronte alla squadra più dura e consistente in difesa. Anche le big d'Europa contro di loro hanno attraversato nella gara dei momenti in cui in attacco non hanno visto la luce. Per questo quando ci capiterà dovremo cercare di rimanere lucidi e trovare il giusto ritmo per costringerli poi ad inseguirci perché altrimenti diventa durissima. Sarà quindi un altro test molto duro  ma veniamo da gare giocate con un buon atteggiamento. Anche il pubblico ci ha dato una grande mano nelle ultime rimonte e quindi dovremo ripartire anche da questo, sapendo che poi ci sarà una sosta prima della partita contro l'Efes, che ci permetterà di provare a fare passi in avanti e ritrovare la miglior forma e miglior chimica di squadra. L'importante sarà avere tanto orgoglio anche contro i greci». 

Articoli correlati

Commenti