Eurolega

Vedi Tutte
Eurolega

Eurolega, al Forum arriva Malaga

Eurolega, al Forum arriva Malaga

Alle 20.45 l'Armani Exchange Milano affronta in casa gli spagnoli nel primo dei due appuntamenti europei settimanali

 

mercoledì 17 gennaio 2018 14:42

ROMA -  Di fronte al pubblico di casa l'Armani Exchange prova per l'ennesima volta a voltare pagina e a ritrovare il feeling con la vittoria lontano dai confini della Serie A che manca da quattro partite consecutive. Al Forum, alle 20.45, arriva infatti l'Unicaja Malaga - ex squadra del neoacquisto dei biancorossi Mindaugas Kuzminskas - che soltanto poche settimane fa ha superato i meneghini in volata (74-71), centrando il quarto successo in sette scontri diretti di Euroleague tra le due formazioni. Anche gli iberici, dal canto loro, sono reduci da due sconfitte di fila e vogliono assolutamente tornare a vincere per non rischiare di perdere il treno che porta ai playoff e che attualmente dista due vittorie. Nelle file della formazione di Joan Plaza mancherà sicuramente la guardia finlandese Sasu Salin, mentre Milano, che punta ad abbandonare l'ultima posizione in solitaria, dovrebbe riabbracciare Curtis Jerrells e Amath M'Baye. Per entrambe le squadre sarà comunque fondamentale dosare al meglio le energie perché già venerdì si torna in campo per il secondo appuntamento settimanale in Eurolega. 

FIDUCIA - Facendo tesoro di quanto accaduto nel finale testa a testa dell'andata, coach Simone Pianigiani ha sottolineato l'importanza di combattere fino alla fine contro una formazione che fa della difesa il suo punto di forza e ha chiesto alla sua squadra di avere fiducia in sé stessa per ritrovare la via della vittoria e provare a svoltare la stagione: «Malaga è una squadra che abbiamo affrontato poco tempo fa. È stata una partita dura che si chiuse negli ultimi secondi ed è stata anche una gara che sentiamo ancora sulla pelle perché loro giocano con un’energia pazzesca, pressano a tutto campo, aggrediscono la partita con la difesa come hanno fatto a Barcellona tenendoli sotto i 30 all’intervallo. Sono secondi nei rimbalzi offensivi e non concedere seconde opportunità è stato un problema nella gara di andata ma in generale per noi lo è spesso e lo dobbiamo risolvere dando tutti una mano. Come a Malaga limitare i canestri facili a rimbalzo sarà decisivo. Ma è una partita in cui dobbiamo avere fiducia nella squadra, in noi stessi non farci condizionare mai e restare lì a combattere. I blackout sono quelli che ci sono troppe partite. È il momento di affrontare tutti nella maniera giusta, indipendentemente da avversario e competizione, essere pronti e portare via quelle vittorie che ci daranno fiducia».

 

Articoli correlati

Commenti