Nazionali basket

Vedi Tutte
Nazionali basket

Eurobasket 2017, Messina soddisfatto: "Volevamo arrivare qui"

Eurobasket 2017, Messina soddisfatto:
© AP

Il c.t azzurro ha commentato positivamente la prestazione dell'Italia contro la Finlandia

 

domenica 10 settembre 2017 10:59

ROMA  - E' un Ettore Messina visibilmente soddisfatto quello che si presenta il conferenza stampa dopo il successo ottenuto dall'Italia a spese della Finlandia che è valso il passaggio ai quarti di finale dove gli azzurri affronteranno la vincente di Serbia-Ungheria che si giocherà quest'oggi: «E’ stata una grande vittoria e siamo molto contenti - ha commentato il commissario tecnico azzurro -. Siamo tra le prime otto d’Europa dopo un’estate complicata e cambi in corsa per scelta e per necessità. Se me lo avessero detto a Tolosa… Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, poi nel secondo siamo calati. In partite secche a volte capita di avere il braccio corto e abbiamo sbagliato qualche tiro aperto. La squadra ha fatto un gran lavoro anche su Markkanen. Siamo dove sognavo di essere e adesso abbiamo tutta la serenità e il tempo per pensare ai quarti di finale, che a meno di sorprese giocheremo contro la Serbia. Intanto domani sarà un giorno di riposo, poi da lunedì metteremo la testa alla partita di mercoledì. A dire la verità mi sarebbe dispiaciuto non allenare ancora questa squadra per qualche giorno. E ho anche evitato il check-in all’aeroporto domani mattina alle 6».

LA CARICA DI DATOME - C'è soddisfazione anche nelle parole del capitano azzurro Gigi Datome - protagonista di un'altra ottima prova difensiva e offensiva (15 punti e 3 rimbalzi - che nella cosiddetta "zona mista" a fine gara ha elogiato l'operato dei compagni: «Abbiamo iniziato bene e poi abbiamo avuto qualche difficoltà ma non ci siamo scomposti, siamo rimasti lì ed è andata bene così. Credo che siamo tutti buini giocatori e che ci sia l'opportunità per tutti di aiutare la squadra ed è un bene avere tante alternative per non dare agli avversari punti di riferimento e diventare di conseguenza prevedibili».

 

 

Articoli correlati

Commenti