NBA

Vedi Tutte
NBA

Lowry doma gli Spurs, Hardaway salva New York

Lowry doma gli Spurs, Hardaway salva New York
© AP

San Antonio cade a Toronto pagando le troppe assenze. I Knicks passano a Salt Lake City con le sei triple del playmaker.

 

sabato 20 gennaio 2018 11:37

ROMA - Nella notte NBA Toronto batte in casa gli Spurs e si conferma quasi infallibile tra le mura amiche. Kyle Lowry è il protagonista con 24 punti, c’è soprattutto lui nell’allungo del quarto periodo. San Antonio segna 37 punti nel primo tempo e si conferma stanca senza Leonard e Ginobili, bene Aldridge (17+14) e Gasol (15+9). I Raptors hanno anche 21 punti e 6 assist da DeRozan. I Lakers sfruttano un secondo periodo da 29-14 e piegano i Pacers 99-86 grazie all’ottima prova di Jordan Clarkson, che segna 33 punti con 14/19 dal campo. Walton non ha a disposizione Ball, Ingram e Caldwell-Pope: i gialloviola la portano a casa grazie al 2/25 dall’arco di Indiana. Kuzma (13) è decisivo nel finale, dall’altra parte il migliore è Oladipo (25), bene Sabonis (15+14).

 

KNICKS OK - I Knicks passano in casa di Utah 114-115 (sesto successo esterno stagionale) rimontando con un terzo periodo da 36-23 e un Hardaway Jr. pazzesco (31 punti, 6/7 da tre). New York ne porta cinque in doppia cifra (Porzingis 18), ai Jazz non basta Gobert (23+14) e così arriva la settima sconfitta nelle ultime dieci. Gli Heat perdono la seconda delle ultime tre partite cedendo ai Nets 101-95 e sprecando 16 punti di vantaggio nel finale del terzo periodo. Brooklyn ne segna 34 nell’ultimo quarto e la vince con l’8-2 di parziale negli ultimi 2' grazie a Carroll (26+6, 9/12 al tiro) e Dinwiddie (15). Troppi i guai fisici per Miami, che ha fuori Tyler Johnson, Waiters, White e McGruder. Ci prova Whiteside (22+13), discreto Dragic (17 punti e 4 assist) ma le rotazioni sono veramente ridotte all’osso e il calo nel finale fisiologico.

Articoli correlati

Commenti