Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

NBA

Vedi Tutte
NBA

Davis spazza via Portland, è 4-0 Pelicans

Davis spazza via Portland, è 4-0 Pelicans
© AP

La prima sorpresa dei playoff arriva con New Orleans che elimina i Blazers in 4 partite. Houston e OKC ko.

 

domenica 22 aprile 2018 08:58

ROMA - Nella notte NBA i Sixers vincono nuovamente a Miami (102-106) e ora hanno la possibilità in casa di chiudere la serie sul 4-1. Partita nervosa, piena di contatti e di falli tecnici, nella quale Philadelphia va sotto anche in doppia cifra e poi la vince nel finale grazie alla tripla doppia di Ben Simmons (17 punti, 13 rimbalzi, 10 assist). Heat avanti 83-73 a fine terzo quarto, poi sono il rookie e Redick (24) a chiuderla nonostante le 26 palle perse. Embiid tira male (14 punti e 12 rimbalzi, 2/11 al tiro), discreto Belinelli (10 punti e 2 assist). Miami si affida a Dragic (20 punti, 9/19 al tiro) e Wade (25) ma non basta. New Orleans vince anche gara4 (131-123) e spazza via Portland 4-0. A cinque minuti dalla fine è ancora parità, poi ci pensa Anthony Davis che chiude con 47 punti (12 negli ultimi 5’). Preziosissimo anche Holiday (41 punti, 8 assist) mentre dall’altra parte il migliore è McCollum (38 punti, 15/22 dal campo) nella serata in cui Lillard è intermittente (19 punti, 7/16 al tiro). Ora i lanciatissimi Pelicans attendono la vincente della serie tra Warriors e Spurs, con Golden State forte del 3-0 e avviata al passaggio del turno.

 

HOUSTON KO - Minnesota accorcia le distanze e si porta sull’1-2 vincendo 121-105 in casa. Houston concede 69 punti nel secondo tempo e va sotto di 18 punti nell’ultimo quarto. Non bastano Harden (29 punti, 7 rimbalzi e 7 assist) e Paul (17 punti e 6 assist) perché i Twolves la vincono con Butler (28 punti, 7 rimbalzi e 4/6 dall’arco), Towns (18, 16 rimbalzi) e Wiggins (20). Utah vince in casa con OKC (115-102) e si porta sul 2-1. L’eroe di serata è Ricky Rubio, che confeziona una tripla doppia stellare (26 punti, 11 rimbalzi e 10 assist) e ispira il 31-22 che rompe l’equilibrio nel terzo periodo. I Thunder ancora non ritrovano Westbrook (14 punti e 8 palle perse) e cedono nonostante George (23). Utah si affida anche a Mitchell (22 punti, 11 rimbalzi) e Gobert (18+12).

Articoli correlati

Commenti