Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Paul elimina Utah, lunedì gara1 con i Warriors
© AP
altro
0

Paul elimina Utah, lunedì gara1 con i Warriors

Golden State e Houston chiudono le loro serie sul 4-1 e lunedì si affrontano nella finale di Western Conference.

ROMA - Nella notte NBA Golden State e Houston chiudono le loro serie in casa e si qualificano per la Finale della Western Conference, che prende il via lunedì prossimo in casa dei Rockets. I Warriors archiviano la pratica Pelicans col 36-19 messo insieme nel terzo quarto che vale il 74-58. Kerr la vince con Steph Curry (28 punti e 10/16 al tiro), Durant (24), Thompson (23) e Green (19 punti, 14 rimbalzi, 9 assist). L’ultimo ad arrendersi per New Orleans è Anthony Davis (34 punti, 19 rimbalzi), non basta neanche la tripla doppia di Holiday (27 punti, 10 rimbalzi e 11 assist). La stagione dei Pelicans, impotenti al cospetto dello strapotere di Golden State, rimane comunque molto positiva, anche in relazione all’infortunio che ha fermato Cousins nel momento più importante.

 

ROCKETS OK - Houston supera Utah 112-102 e chiude il conto sul 4-1. I Jazz non si arrendono fino a cinque minuti dalla fine (97-91) ma poi ci pensa un fantastico Chris Paul (41 punti, 8/10 dall’arco e 10 assist) a spezzare nuovamente l’equilibrio. Prezioso anche il contributo di Harden (18 punti ma 7/22 al tiro), male Ariza (2 punti e 6 rimbalzi). Per gli ospiti, Donovan Mitchell chiude i suoi primi playoff con un’altra prova eccellente (24 punti, 22 solo nel terzo periodo). Senza Ricky Rubio, impossibile oggettivamente fare di più contro la squadra col miglior record della NBA. Lunedì gara1 tra Rockets e Warriors, potrebbe essere una finale anticipata.

Vedi tutte le news di NBA

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti