Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

NBA, notte da brividi. I Lakers passano a OKC, Wizards e Raptors sulla sirena
© AP
NBA
0

NBA, notte da brividi. I Lakers passano a OKC, Wizards e Raptors sulla sirena

Senza LeBron i gialloviola vincono all'overtime contro Westbrook e compagni. Due buzzer beaters decidono Toronto-Phoenix e Washington-New York

LONDRA – L’NBA va in trasferta per la nona partita della storia della regular season lontano dal suolo statunitense: Washington Wizards e New York Knicks si sfidano alla O2 Arena di Londra. I Toronto Raptors ospitano i Phoenix Suns, ma senza Kawhi Leonard non è semplice. I Los Angeles Lakers trionfano contro i Thunder ai supplementari.

THRILLER – Finale da brividi in Inghilterra, con Thomas Bryant che firma la vittoria dei Washington Wizards sulla sirena. Il 101-100 viene convalidato solo dopo alcuni minuti di attesa, nei quali gli arbitri controllano se la stoppata di Alonzo Trier sia regolare o meno. Ai New York Knicks non bastano i 25 punti di Emmanuel Mudiay a evitare la quinta sconfitta consecutiva. Bradley Beal e Otto Porter trascinano i Wizards con 26 punti a testa.

LAST MINUTE – Non una passeggiata per i Toronto Raptors contro i Phoenix Suns. I canadesi, senza Kawhi Leonard e Jonas Valanciunas, non riescono mai a prendere il largo su Devin Booker e compagni. L’ultimo periodo è emozionante: un sorpasso dopo l’altro, fino all’ultimo minuto. Serge Ibaka è il miglior marcatore dei padroni di casa (22 punti), ma non è l’ex OKC a decidere la partita: è Pascal Siakam. Una penetrazione con un tocco morbido ad accarezzare il ferro, sul suono della sirena: 111-109 per Toronto.

NO LEBRON Senza LeBron James, si pensava che i Los Angeles Lakers andassero a Oklahoma City per una gita di piacere. Invece Kyle Kuzma, Ivica Zubac e Lonzo Ball firmano la vittoria gialloviola all’overtime. Russel Westbrook sfiora come al solito la tripla doppia (26 punti, 9 rimbalzi, 13 assist), ma non riesce a fare la differenza. Sotto di doppia cifra nel primo quarto, i Lakers rimontano e passano in vantaggio, ma un fallo di Lonzo Ball su tripla di Westbrook manda la partita ai supplementari. Il playmaker gialloviola si fa perdonare dominando l’overtime: chiude i conti Brandon Ingram con la schiacciata, unico canestro dal campo della sua partita.

LE ALTRE PARTITE - Thaddeus Young prova a tenere a galla gli Indiana Pacers, ma le All-Star dei Philadelphia 76ers (Ben Simmons, Joel Embiid e Jimmy Butler) firmano un totale di 60 punti sui 120 messi a segno dalla squadra di Brett Brown. Alla Bankers Fieldhouse di Indianapolis i padroni di casa non vanno oltre quota 96. 18 punti, 8 rimbalzi e 11 assist, solita partita da incorniciare per Nikola Jokic e i Denver Nuggets. Al Pepsi Center i Chicago Bulls chiudono in vantaggio il primo quarto, ma nel periodo centrale di gara i padroni di casa non sbagliano nulla e prendono il largo: finisce 135-105. Charlotte non parte bene contro i Sacramento Kings, ma gli Hornets rimontano i cinque punti di svantaggio del primo quarto e vanno al riposo lungo sopra di 13. Nel secondo tempo gestiscono il parziale e grazie ai 23 punti messi a referto da Kemba Walker vincono 114-95.

Vedi tutte le news di NBA

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti