Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Dilettanti Lazio

Vedi Tutte
Dilettanti Lazio

Dinamo Labico, Benedetti: «Gruppo nuovo e da amalgamare»

Dinamo Labico, Benedetti: «Gruppo nuovo e da amalgamare»

Il difensore: «Speriamo di poter portare in alto il nome del club anche perché questa è una piazza che merita»

 

martedì 12 settembre 2017 18:35

LABICO - La Dinamo Labico ha iniziato la stagione con dei test molto probanti. Le amichevoli finora disputate (e anche quelle in programma prossimamente) sono state volutamente complicate, quindi era preventivabile che la squadra di mister Nuzzi palesasse alcune difficoltà. Il difensore centrale Emiliano Benedetti, classe 1978 e labicano doc, non dà troppo peso ai primi risultati. «In questo periodo serve un po’ di pazienza sia perché il gruppo sta lavorando molto dal punto di vista fisico, sia perché ci sono tanti ragazzi nuovi e bisogna costruire il giusto spirito di squadra. Inoltre abbiamo avuto di fronte degli avversari di categoria superiore e il mister ha giustamente dato spazio a tutti in queste prime esibizioni». Benedetti sta per iniziare il suo sesto anno con la maglia del suo paese. «Una maglia indubbiamente particolare per me - sorride – Speriamo di poter portare in alto il nome di Labico anche perché questa è una piazza che merita. Gli appassionati di calcio del paese ci hanno seguito sempre, in casa e in trasferta, anche se le cose in passato non sono sempre andate benissimo: speriamo di poter ripagare la loro passione».

TUTTO SUI DILETTANTI LAZIO

SUL CAMPIONATO - Il girone è stato ufficializzato anche se ancora non c’è il calendario della Seconda Categoria, ma Benedetti è fiducioso che si possa fare una stagione da protagonisti. «In questo periodo è difficile sbilanciarsi perché non si conosce il valore delle avversarie, ma speriamo di poter stare almeno nei primi cinque posti. Conosco bene sia mister Nuzzi che il direttore sportivo Giovannetti: il primo è un tecnico molto appassionato che ci mette l’anima in tutto quello che fa, il ds è una persona estremamente competente e ha messo in piedi un organico molto valido. Chi mi ha colpito in questa prima parte di preparazione tra i miei compagni? Si sa che i brevilinei vanno in forma più rapidamente, ma se devo fare un nome mi ha impressionato l’esterno Ercole Luzzi che ha fatto bene anche nei test amichevoli».

Articoli correlati

Commenti