Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calcio

Vedi Tutte
Calcio

Svastica, Croazia a Platini: «Non ci distruggete»

Svastica, Croazia a Platini: «Non ci distruggete»
© ANSA

Il primo ministro locale chiede clemenza all'Uefa per evitare sanzioni dure dopo il caso contro l'Italia

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 8 luglio 2015 23:13

ROMA - Il primo ministro della Croazia invoca clemenza da parte dell'Uefa sul caso della svastica disegnata sul prato dello stadio di Spalato che lo scorso 12 giugno ha ospitato la partita con l'Italia, valida per le qualificazioni all'Europeo del 2016. Zoran Milanovic, in una lettera indirizzata al presidente Michel Platini, scrive che "sanzioni draconiane" avrebbero l'effetto di "distruggere la nazionale" e che obiettivo dell'incidente era proprio la Federcalcio croata, al centro di una disputa con la tifoserie locale.

 

La partita con l'Italia, terminata 1-1, si era giocata a porte chiuse per effetto dei cori razzisti intonati dai tifosi croati durante un precedente incontro con la Norvegia. La svastica, disegnata sul prato con una vernice spray, è divenuta visibile quando si sono accesi i riflettori. 

Per Approfondire

Commenti