Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calcio

Vedi Tutte
Calcio

Calciomercato Milan, Berlusconi: «Mihajlovic o Conte? Prematuro parlarne»

Calciomercato Milan, Berlusconi: «Mihajlovic o Conte? Prematuro parlarne»

Il presidente del Milan dopo il derby vinto con l'Inter: «Non abbiamo nulla in previsione per la prossima stagione»

Sullo stesso argomento

 

lunedì 1 febbraio 2016 10:09

MILANO - «Francamente è prematuro parlarne». Così il presidente del Milan Silvio Berlusconi ha tagliato corto sulla conferma di Sinisa Mihajlovic per la prossima stagione, glissando di fronte all'ipotesi di ingaggiare Antonio Conte: «No, no, non abbiamo assolutamente in previsione nulla per la prossima stagione, dipende anche come si comporterà il Milan da qui alla fine della stagione». È soddisfatto di Mihajlovic? «Sapete che se è l'allenatore del Milan significa che la società ritiene che lui stia lavorando bene», ha replicato l'ex premier, negando i contatti con Marcello Lippi nelle scorse settimane, quando il serbo è stato a un passo dall'esonero: «No, non avevamo parlato».



OBIETTIVO CHAMPIONS - Dopo il derby vinto 3-0 contro l'Inter, il terzo posto non è un'utopia per il Milan secondo Silvio Berlusconi. «Vedendo anche quello che succede alle squadre che ci precedono, non mettiamo da parte definitivamente le speranze di competere per la Champions - ha detto il presidente rossonero al termine di un vertice politico -. Dobbiamo incontrare le squadre che ci precedono, vedremo come le cose evolveranno. L'obiettivo più a portata di mano è l'Europa League. Ma non è escluso che con un comportamento adeguato in campo e un pò di fortuna si possa pensare alla Champions. In cosa può migliorare il Milan? In tutto».

MR.BEE - «Abbiamo trattative anche con altri»: lo ha rivelato il presidente del Milan Silvio Berlusconi rispondendo a chi domandava a che punto fosse il negoziato con Bee Taechaubol per la cessione del 48% del club. «C'è stata una crisi sui mercati cinesi che ha influito, vediamo, abbiamo trattative anche con altri, perché l'obiettivo è quello di dotare il Milan per il futuro di sufficienti risorse per farlo ritornare protagonista in Italia, in Europa e nel mondo», ha detto Berlusconi al termine di un vertice politico che ha chiuso la serata del derby. È infastidito dai continui rinvii del closing? «Preferirei che arrivasse», ha spiegato il presidente rossonero, aggiungendo che con Taechaubol «abbiamo delle scadenze molto prossime».

Articoli correlati

Commenti