Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Calcio

Vedi Tutte
Calcio

Lippi: «Sarri scaramantico? Lo capisco»

Lippi: «Sarri scaramantico? Lo capisco»
© Bartoletti

L'ex ct della Nazionale: «Mancini? Nervoso, ma non da condannare»

Sullo stesso argomento

 

lunedì 1 febbraio 2016 14:56

ROMA - «La scaramanzia di Sarri sullo scudetto? Lo capisco. Sarri si è trovato, al primo anno di Napoli, appena arrivato, a competere al top, subito in lizza per lo scudetto. Il prossimo anno vedrete che farà dichiarazioni diverse se si troverà ancora a lottare per il titolo». Lo dice ai microfoni di Rai Radio2 Marcello Lippi, ex ct della nazionale italiana, oggi al programma "Non è un paese per Giovani". «Il Napoli sta andando fortissimo - prosegue l'ex ct - nel girone di ritorno però deve dimostrare di potere fare grandi partite anche quando andrà a giocare a Torino con la Juve piuttosto che a Milano e via discorrendo».

MANCINI - «Il gesto di Mancini? È un pò nervoso ultimamente, è vero. Ma non è da condannare: le grandi pressioni coinvolgono anche chi ha grandi esperienza». Marcello Lippi non si scaglia contro il tecnico dell'Inter, colpevole di aver mostrato durante il derby il dito medio ai tifosi del Milan. Mihajlovic? «Sinisa è sempre andato avanti per la sua strada, ha messo in campo una squadra trasmettendo sicurezza pian piano, lui ci ha sempre creduto e ora sta facendo bene».

Articoli correlati

Commenti